17/01/2019pioggia debole

18/01/2019variabile

19/01/2019velature diffuse

17 gennaio 2019

Montebelluna

Pista d’atletica colabrodo: piena di buche e usurata, ma per rifarla serve mezzo milione

Il Comune tenta di recuperare fondi partecipando ad un bando nazionale

commenti |

pista d'atletica

MONTEBELLUNA La pista d’atletica degli impianti sportivi di Montebelluna ridotta ad un colabrodo: è usurata, piena di buche e può risultare pericolosa. Per ristrutturala e rimetterla a norma serve mezzo milione di euro.

Una cifra particolarmente ingente per il bilancio del Comune di Montebelluna, per questo la giunta sta tentando la strada di un finanziamento nazionale. Ieri la giunta comunale ha approvato il progetto definitivo-esecutivo dei lavori relativi all’impianto di atletica leggera e che prevede l’adeguamento della pista e delle pedane. Il motivo per dare un’accelerata è stato dato dalla possibilità di partecipare al bando nazionale “Sport e periferie” che stanzia un finanziamento di 9.800.000 euro e che scade il prossimo 16 gennaio.

 

Realizzato in terra negli anni ‘60, l’impianto per l’atletica leggera fa parte, con il campo da calcio, dello stadio comunale “San Vigilio”. Nel 1985 ha subito una radicale trasformazione con la realizzazione del manto sintetico e l’adeguamento delle corsie e successivamente è stato oggetto di manutenzione attraverso interventi di retopping in colato seminato. L’intervento – del costo previsto di 500mila euro - si rende quanto mai necessario perché, per poter utilizzare l’impianto per attività agonistica serve rinnovare il collaudo e il certificato di omologazione dell’impianto, della durata di 14 anni, secondo quanto previsto dalla FIDAL - Federazione Italiana di Atletica Leggera.

 

“E’ un tentativo quello di partecipare la bando nazionale, che sappiamo già essere irto di difficoltà per il modo in cui l’avviso pubblico è stato confezionato - spiega il sindaco Marzio Favero -. Tuttavia, questo ci ha dato la giustificazione per affinare un progetto, utile anche per future opportunità di finanziamento”.

 

Qualche mese fa il Partito Democratico di Montebelluna aveva portato il caso della pista di atletica in consiglio comunale, sottolineandone la pericolosità per i ragazzi che la utilizzano.

 

L’intervento da realizzare

Il progetto prevede la rimozione e sostituzione del manto attuale non è più in condizioni né di essere rigenerato, né di essere levigato per una successiva ricostruzione; di conseguenza l’unica soluzione possibile è la rimozione e sostituzione. Per migliorare il drenaggio delle pedane del salto in alto sarà fresata la pavimentazione in corrispondenza della 1° corsia sulla 1° curva per poter successivamente inserire una canaletta con fessura, capace di ricevere e convogliare le acque meteoriche, evitando così l’allagamento della pedana del salto in alto. Si procederà con la stesura di un nuovo tappetino in asfalto, spessore 3/3,5 cm. del tipo “chiuso”, che consentirà di rifinire adeguatamente le pendenze della pista, andando a sistemare anche quei piccoli assestamenti avuti nel corso degli anni. Una volta ricostruito il sottofondo ideale per la pista, si procederà con la stesura della nuova pavimentazione realizzata in colato multistrato in opera con finitura a granuli. Inoltre, al termine dei lavori per poter riottenere l’omologazione sarà necessario sostituire le attrezzature e rivedere gli elementi base delle pedane per i salti.

 

Leggi altre notizie di Montebelluna

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Montebelluna
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×