17/06/2019quasi sereno

18/06/2019parz nuvoloso

19/06/2019quasi sereno

17 giugno 2019

Politica: Facciamo Parlare i Fatti

Categoria: Notizie e politica - Tags: elezioni, Europee, 2014, politica, Opinioni, Fatti, legge, elettorale, corruzione, 416 ter, Berlusconi, Bersani, Renzi, f-35, slot machine, trattati europei, mes, fiscal compact, Lega Nord, pareggio di bilancio

immagine dell'autore

Paolo Pandin | commenti | (13)



Ogni giorno “h24” (tanto per citare Maroni di Crozza) sentiamo decine e decine di opinioni della nostra classe dirigente, attraverso i vari media. Ma quanto alle opinioni corrispondono i fatti?
Le elezioni europee si avvicinano, e pare saranno più partecipate delle ultime (per fortuna), quindi ho deciso di fare una lista di alcune delle proposte o leggi più discusse negli ultimi anni e vedere come i partiti si sono espressi o hanno votato al riguardo.

- Iniziamo dalla più discussa: la legge elettorale. Questa legge fu formulata principalmente da quel mattacchione di Calderoli (Lega Nord), che dopo poco la definì una “porcata”, per essere poi ribattezzata “porcellum”. Venne approvata nel 2005 durante il secondo governo Berlusconi, su spinta dello stesso (ex) Cavaliere e osteggiata molto dal centro-sinistra. Da quell’ anno, tutti i partiti si proposero di cambiare questa legge vergognosa (centro-destra in prima fila), ma nessuno fa praticamente nulla, fino a maggio 2013. In questo mese, il deputato del Partito Democratico Roberto Giachetti propone una mozione per eliminare il Porcellum e tornare al sistema elettorale precedente. Chi vota a favore della mozione? Solo il Movimento 5 Stelle, Sinistra Ecologia e Libertà, e Giachetti; contro? Tutti gli altri partiti (compreso quello di Giachetti) che per anni avevano (e continuano tutt’ora) ad indignarsi parlando del Porcellum. Dopo 8 anni e 4 governi, abbiamo ancora questa vergognosa legge elettorale, ed è servito l’intervento della Consulta che l’ ha definita incostituzionale (soprattutto per il premio di maggioranza e per le liste bloccate senza preferenze) per far sì che qualcosa nel mondo politico si muovesse davvero. Così il nostro amico Renzi, ha parcheggiato Letta ed ha preso in mano la situazione per iniziare a “fare”. Renzi a febbraio: “Una riforma al mese: febbraio Legge Elettorale (…)”; cosi invece a marzo: “Entro martedì (9 marzo) la legge elettorale e mercoledì taglio le tasse”; ora invece a Brunetta (Forza Italia) che preme “Italicum entro Pasqua, altrimenti cade l’accordo con Berlusconi” (quale accordo??), Renzi replica: “Non accetto ricatti da nessuno” ma non doveva essere una riforma al mese? Ma sulle riforme di Renzi ci sarebbe molto da dire e non voglio dilungarmi troppo.

- Questione degli F-35, i nuovi aerei militari che l’ esercito italiano deve acquistare, su cui si discute molto della loro efficienza (pare esplodano al primo fulmine, ad esempio, ma sono solo bazzecole). Già diversi Paesi hanno almeno sospeso l’ acquisto di questi aerei, come il Canada, l’ Olanda o la Turchia. Più di un anno fa, durante il tour per le elezioni 2013 Bersani (al tempo segretario del PD e candidato alla presidenza del consiglio) disse: “Rivedere spese per F-35, priorità nostra è il lavoro.” Il popolo di sinistra pensò “fantastico, ora almeno sospenderanno l’ acquisto per fare un nuovo piano” ed invece niente da fare. A Giugno e Luglio quando si discute l’ acquisto degli aerei, PD, Scelta Civica e PDL votano tutti a favore per la conferma della spesa e contro le mozione che proponevano di annullare o sospendere l’ acquisto, presentate dal Movimento 5 Stelle, da Sinistre Ecologia e Libertà e dal deputato Felice Casson del Partito Democratico. Mario Mauro (ex Ministro della Difesa in quei mesi) festeggiò: “Per amare la pace, armare la pace.” Questa perla di saggezza me la tatuo. Caro Mauro, vallo a dire ai bambini in Afghanistan. Di pochi giorni fa invece è la perla del nuovo Ministro della Difesa Roberta Pinotti che rispondendo ad una domanda riguardante l’utilità o meno di questi aerei risponde: “Metta che qualcuno ci spara un missile?” Notare come il Ministro Pinotti non abbia capito a cosa servono gli F-35. Siamo in buone mani.

- Passiamo ora alle Slot Machine. Tutti conosciamo la storia della multa di 2,5 miliardi decisa dalla Corte dei Conti alle Società di Slot (calcolata precedentemente dalla Guardia di Finanza in 90 miliardi), poi abbassata dal Governo Letta (Partito Democratico) durante l’ agosto del 2013, a poche centinaia di milioni di euro, nel silenzio generale (ad eccezione dei Cinque Stelle e di qualche esponente dello stesso PD). Ma c’è anche un’altra storia durante il mese di dicembre del 2013, riguardante una proposta del Nuovo Centro Destra (composto da tanti piccoli transfughi di Forza Italia) che proponeva di dare meno soldi alle amministrazioni locali che si opponeva alle slot. Questa proposta è stata bloccata grazie al polverone mediatico che il Movimento 5 Stelle ha alzato per giorni e che ha costretto il segretario Renzi, ad esporsi schierandosi contro. Infine, pochi mesi fa, sempre il Movimento 5 Stelle su spinta di diversi sindaci locali, ha proposto la tassazione delle slot machine per evitare la mini-imu, ed è stata bocciata grazie ai voti del Partito Democratico (Sel e Lega erano favorevoli).

- Parliamo invece di corruzione e mafia (temi strettamente legati). Non vi farò l’ elenco delle mazzate che i vari governi Berlusconi hanno dato alla giustizia in tutti questi anni, ma alcuni meritano di essere ricordati. Depenalizzazione del falso in bilancio attuata dal governo Berlusconi (Forza Italia+ Lega Nord+AN). Accorciamento dei tempi di prescrizione per reati riguardanti corruzione giudiziaria attuata sempre dallo stesso governo Berlusconi. Ma veniamo ad oggi. Pochi giorni fa è stato approvato alla camera la riforma del 416ter, cos’è questa cosa? E’ l’articolo del codice penale che regola il reato di scambio elettorale politico-mafioso. E’ stato votato dalla maggioranza di governo (PD-NCD) più Forza Italia, svuotato di alcuni contenuti (ma non, fortunatamente, del cuore della proposta). La proposta iniziale era molto incisiva verso chi, non solo effettuava effettivamente lo scambio politico-mafioso (mazzette, favori, ecc) ma anche verso chi si proponeva di farlo (la cosiddetta “messa a disposizione”), con delle pene detentive tra i 7 e i 12 anni. Durante la discussione alla camera però, Forza Italia insieme al PD e al Nuovo Centro Destra, hanno tolto dal reato la “messa a disposizione” e dimezzato le pene a 4-10 anni. Perché l’hanno fatto?

- Veniamo invece a questi benedetti trattati comunitari, che tanto ci tengono al guinzaglio dell’ Unione Europea. Ognuno di noi può essere d’ accordo o meno con questi accordi, ma vediamo chi li ha sottoscritti? I trattati contestati sono diversi, ma andiamo per ordine.
Trattato di Lisbona, che fissa il famoso tetto al 3% nel deficit di bilancio. Sottoscritto dal Governo Berlusconi nel 2009.
Fiscal Compact che prevede vari vincoli di bilancio, tra cui, il pareggio di bilancio nella costituzione votato nel 2012 (riforma costituzionale) a maggioranza dei 2/3 del parlamento (evitando così un referendum abrogativo) in maniera compatta da PD, PDL, Lega Nord, Terzo Polo e Italia Dei Valori; e altri vincoli di bilancio. Mentre le altre norme del Fiscal Compact, sono state votate dal Partito Democratico, Popolo Delle Libertà, e Terzo Polo (contraria Lega Nord, Astenuta Italia Dei Vaolri), che prevedono in poche parole, tagli molto sostanziosi alla spesa pubblica e una forte rigidità dei conti, con un’ automatica dipendenza dall’ Unione Eurpea.
MES (Meccanismo Europeo di Stabilità) invece, è stato approvato sempre nel 2012 con i voti di PD, PDL e Terzo Polo; Lega Nord contraria e Italia Dei Valori astenuta.
Tutti questi trattati (vi invito a leggerli bene), ci tengono legati molto all’ Unione Europea e oggi sono criticati pesantemente da tutti i partiti.

- Infine parliamo nello specifico della Lega Nord che per due decenni si è battuta a parole contro gli sprechi del sud per un nord, onesto e con un sorriso smagliante. Questi enormi intellettuali che si sono seduti (e continuano a sedere) nel Parlamento, hanno per decenni ricevuto tutti i benefici che Roma dava loro e hanno camminato a braccetto (anzi, hanno fatto da stampella) al collezionista di reati di nome Silvio Berlusconi, che era alleato a sua volta con tutti i partiti del sud a dir poco opachi e affidabili, amico di gente come Mangano (storico Boss Mafioso) definito da lui stesso “eroe” e Dell’ Utri (fondatore di Forza Italia) condannato per concorso esterno in associazione mafiosa. Ora, la Lega si trova con il consiglio regionale lombardo pieno di indagati, un’ expo (Milano 2015) che puzza di mafia, la regione invasa dalle organizzazioni criminali, le aziende in Veneto che collassano una dopo l’altra e Cota (Presidente della Regione Piemonte) che si compra le mutande verdi con i soldi dei cittadini.

Per non parlare della guerra in Afghanistan, Iraq, Ici, Imu, tagli alla cultura, tagli alla sanità, ai disabili, ai servizi sociali, aumento delle tasse, soldi alle banche, doppi lavori, parlamentari indagati o condannati e tanti altri argomenti che vi invito ad approfondire.

Ho fatto questa breve lista perché credo ci si debba esprimere sui fatti e questi sono alcuni dei tanti fatti avvenuti in questi anni. Un po’ di memoria, soprattutto avvicinandosi alle Elezioni Europee, direi che non fa mai male.
 

Paolo

 

Ps. Nel caso avessi sbagliato qualche data o fatto altri errori, vi prego di correggermi



Commenta questo articolo


Bene.. e detto questo (in modo più o meno approssimativo e più o meno pertinente) vorrebbe per caso darci anche e gentilmente delle indicazioni di voto, Sig. Pandin?

O lei è di quelli che pensano di risolvere i problemi NON andando a votare?

segnala commento inopportuno

Mi dispiace deliderla, ma ndrò a votare e anzi, sarò ben felice di farlo, visto il fatto che sarà la mia prima volta per le elezioni europee.
Ho solo fatto una breve lista riassuntiva di alcuni fatti, esprimendo pochissime opinioni personali.

Paolo

segnala commento inopportuno

Felicissimo che lei vada a votare. Felicissimo che i giovani facciano politica. Felicissimo se non si fanno infinocchiare da chi vuol rubargli il futuro (gli antieuropeisti, per esempio)

segnala commento inopportuno

Guardi, sono un europeista convinto, per noi giovani l'europa è molto importante e piena di opportunità, però credo (come tanti di noi) che ci siano molte cose da cambiare e credo anche che negli utlimi anni siano stati fatti molti errori importanti, come il fatto di unire i diversi Paesi attraverso l'economia e non prima attraverso la cultura.
Ma sono argomenti (quelli economici) che non riesco a maneggiare bene, per mancanza di un' informazione completa, per questo motivo non mi sono espresso nel merito dei trattati europei, ma sono convinto sia bene sapere chi li ha votati, visto che ora tutti li criticano.

segnala commento inopportuno

Eccelente Paolo (ti do del tu, che probabilmente hai l'età delle mie figlie più "anziane"). Già è splendido che tu vada a votare (visto l'assenteismo/menefreghismo/disfattismo imperanti) ma è entusiasmante che tu sia europeista convinto. Hai ragione ad essere insoddisfatto di questa Europa e voi giovani, VOI generazione Erasmus DOVETE ESSERE IL MOTORE di una Europa migliore. Che vuol dire più unita culturalmente e più forte politicamente ed economicamente.
Hai pure ragione a tallonare certi ciarlatani che ci rappresentano ma purtroppo ci troviamo (accade spesso in politica) a dover scegliere il "meno peggio".

Animo ragazzi, fateci sognare! gettate il cuore oltre ogni ostacolo e lavorate sempre per la PACE!

segnala commento inopportuno

Grazie per il post,
rinfrescare la memoria fa sempre bene.
In campagna elettorale, ma aggiungo anche nel governare, si riempono tutti la bocca di slogan e basta.

segnala commento inopportuno

Mi sembra un ottimo riassunto, chissà che gli italioti non rivotino gli stessi, come stanno facendo da 20 anni. Anche perchè se voti gli stessi, otterrai sempre gli stessi risultati.

segnala commento inopportuno

Giusto, come indicato dalla nostra Blogger Complottista :
VOTA IL NUOVO!
VOTA MARRA E SCILIPOTI!

segnala commento inopportuno

ma nel blog Storie Fuori Fuoco si può cercare di mettere invece a fuoco la reality politica senza essere fuori tema ? faccio una riflessione, di pancia:
Può andare benissimo che ci sia un memorandum , per quanto di breve periodo e per forza di cose di breve lunghezza, il sunto è che i partiti fanno quello che vogliono e realmente non siamo in democrazia ma in....... e di conseguenza andare a votare non serve a un piffero; si certo si penserà che bisogna pur sempre credere a quello che passa il convento, ieri berlusca, oggi renzi domani ... ma in realtà da almeno 30 anni le cose cambiano solo in peggio, cambiano in peggio nonostante tutto ad iniziare da una maggiore capacità produttiva, di una continua innovazione di un miglioramento delle tecnologie, nonostante tutto ci troviamo a stare sempre peggio perchè dobbiamo far quadrare i conti, far salire i bilanci...fare, fare , fare .... e il tempo che ci riamare è sempre lo stesso , nella migliore delle ipotesi.
Dal mio punto di vista abbiamo da fare una sola cosa, smettere di delegare ed assumerci le nostre responsabilità ad iniziare dal nostro lavoro, a mettere a fuoco un punto di vista etico: questo lavoro che sto facendo oggi cosa mi da in rapporto al tempo che ci dedico? questo lavoro è un lavoro che porta un miglioramento della società o si tratta di cose obsolete o destinate ad usi superflui o peggio discutibili come la guerra? ecco, penso che siamo nella merda oggi e saremo ancor più nella merda domani perchè pochissimi hanno il coraggio di fare scelte di tipo etico. Quindi ci meritiamo il renzi il berlusca la dittatura.
votare non serve a un cazzo

segnala commento inopportuno

..."siamo nella merda e votare non serve a un cazzo"... Vede Sig. Denisio in che brutto vicolo cieco l'ha portato la assidua frequentazione della Sig.ra Francesca Salvador e delle sue famigerate, ansiogene conferenze del 13?

Ad un pensiero lugubre e rassegnato, alla disistima di se - del prossimo - del sistema in cui viviamo. Nel contempo lei si ritiene fanaticamente depositario (fra i pochissimi...) della conoscenza di ciò che è etico e di ciò che non lo è. E lei vorrebbe trascinare nel suo baratro mentale anche i giovani come Paolo Pandin che dimostrano invece impegno, entusiasmo e voglia di cambiare in meglio.

Chi va a votare, oltre ad esercitare un diritto-dovere costato tanto sangue, si assume una grande e diretta responsabilità. E' colui che NON va a votare che delega ad altri il futuro.

Cambi "pensatori" di riferimento, o Denisio, fin che è in tempo!

segnala commento inopportuno

Non manca occasione per mettere la sua puzzetta , non è vero ?
In passato le ho già fatto notare che ogni volta ha l'abitudine di fare congetture frutto dei suoi pregiudizi, anche in questo caso ha dato di se:

-è riuscito a tirar in ballo la Sig.ra Salvador (molto limitato e fazioso nonchè rancoroso)
- "famigerate , ansiogene conferenze" è solo un suo parere (provincialotto) tipico di chi fa come gli struzzi di fronte ai problemi
- il termine "lugubre e rassegnato" non mi sembra appropriato perchè ho citato un esempio di ciò che può servire ovvero agire in prima persona facendo scelte importanti.
-"fanaticamente depositario della conoscenza" (come al solito attacchi inappropriati) falso, non sa nemmeno leggere perchè ho solo fatto degli esempi di alcune scelte ad esempio il lavoro, ma sono infinite, la casa, il risparmio etc... (naturalmente per farlo uno deve conoscere i problemi sociali non mettere la testa sotto la sabbia)
-La legge elettorale che stanno architettando, la riforma del senato, i super poteri del capo dello stato etc... serve alla lotta interna per mantenere l'attuale sistema politico non all'autodeterminazione dei cittadini, una legge elettorale non deve e non può essere complicata e a mio parere deve contenere la percentuale dei non votanti come voto utile ad un proporzionale gruppo politico di persone.
-nessun pensatore di riferimento, è lei che non sapendo cosa dire tira spesso in ballo kant e per riflesso pensa che tutti debbano allinearsi a qualcuno ma le dico la verita che io leggo abbastanza sui libri, leggo molti pareri diversi e in definitiva a me basta leggere i fatti per farmi un'idea (è lei che si è dimenticato che si fa così nella vita e questo traspare molto dai suoi giudizi sempre invariabilmente pro-kemio, pro-vaccino , pro-partito , pro-sistema, pro-nato , pro-tetto , pro-vincialotto .....

lasci stare va, che non ce l'ho con lei e sono in pace con tutti a patto che sappiano rispettare le idee altrui senza denigrare

segnala commento inopportuno

E lei sarebbe uno, Sig. Denisio che rispetta le idee altrui? lei che afferma , restando sempre onanisticamente nascosto dietro al suo lugubre cespuglietto, che "votare non serve a un cazzo"?

Le consiglio qualche bella passeggiata in più sulle nostre colline, per rilassarsi e meditare, e qualche ansiogena conferenza della Sig. ra Salvador in meno.
Buon fine settimana.

segnala commento inopportuno

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×