20/09/2018sereno

21/09/2018sereno

22/09/2018possibile temporale

20 settembre 2018

Oderzo Motta

Pozza alla guida della Camera di Commercio di Treviso e Belluno

L'imprenditore mottense è stato al vertice, per oltre un decennio di Confartigianato Imprese Marca Trevigiana

commenti |

MOTTA DI LIVENZA - Il mottense Mario Pozza (nella foto), imprenditore artigiano e titolare di uno studio dentistico, è stato nominato presidente della Camera di Commercio di Treviso e Belluno.

 

Per oltre un decennio ha guidato Confartigianato Imprese Marca Trevigiana, la principale associazione del mondo artigiano della provincia, attualmente anche componente della giunta esecutiva di Confartigianato Imprese. 

 

In un contesto come quella trevigiano e bellunese in cui la piccola impresa è dominante oltre che strategica, l’ente, frutto del processo di accorpamento delle due Camere di Commercio, sarà chiamato a favorire sempre più le aggregazioni di filiera, i processi di rete per dare competitività al sistema territorio.

 

Questo il commento di Confatrtigianato Treviso, Cna e Artigianato Trevigiano: «La convergenza di una molteplicità di associazioni sulla candidatura di Mario Pozza dà la misura del suo spessore, della sua capacità di dialogare con il mondo dell'impresa tutta, a prescindere dal settore di riferimento e dalla dimensione della stessa.

Il sistema economico trevigiano e bellunese avrà in Mario Pozza un riferimento puntuale, una figura dinamica e propositiva, che gli consentirà di riappropriarsi di una centralità, già riconosciuta nel versante dell'export, che deve consolidarsi nel mercato interno.

A beneficiare della sua investitura ci saranno il costante impegno volto a favorire l'accesso al credito e il no profit, data la sua particolare attenzione alla dimensione sociale dell’impresa, alle varie forme di cooperazione e di supporto alle fasce deboli».

 

Leggi altre notizie di Oderzo Motta

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Oderzo Motta

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.942

Anno XXXVII n° 16 / 13 settembre 2018

NATI E ABBANDONATI

Abbandonare gli animali, in Italia, è un reato. Eppure qualcuno ogni giorno lo fa. La storia di Mister Frog e di chi si prende cura di lui e altri mille cani e gatti rimasti senza famiglia

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×