19/09/2018quasi sereno

20/09/2018sereno

21/09/2018sereno

19 settembre 2018

Esteri

Precipita elicottero, passeggeri tutti morti mentre il pilota sopravvive gettandosi in acqua

commenti |

Sono tutte morte le cinque persone che si trovavano a bordo dell'elicottero utilizzato per i giri turistici sopra New York precipitato la notte scorsa nell'East River. Lo ha reso noto un portavoce dei vigili del fuoco precisando che i tre passeggeri che erano stati estratti vivi ma in condizioni gravissime dal velivolo sommerso, sono deceduti nell'ospedale di Bellevue dove erano stati ricoverati. Altri due passeggeri erano stati dichiarati morti al momento del recupero dal velivolo.

L'unico superstite è quindi il pilota dell'elicottero che invece è riuscito a gettarsi fuori dal velivolo al momento dell'impatto con l'acqua. Anche lui è stato ricoverato in ospedale, ha reso noto Daniel Nigro, capo del dipartimento dei vigili del fuoco.

Le squadre dei sommozzatori sono scese fino a 15 metri nelle acque gelide del fiume per le operazioni di soccorso, ha spiegato Nigro ai giornalisti sottolineando che queste sono state rallentate dal fatto che i passeggeri avevano tutti le cinture di sicurezza molto strette.

Secondo quanto ha reso noto la Federal Aviation Administration, l'incidente è avvenuto alle 7 di sera, ora di New York, nel tratto di fiume tra Manhattan ed i Queens. L'elicottero, che appartiene alla flotta dei Liberty Helicopters, era stato noleggiato per un servizio fotografico.

La notte scorsa a New York il cielo era sereno ed al momento non vi sono indicazioni sulle cause dell'incidente su cui oggi la National Trasportation Safety Board avvierà un'indagine. Secondo una tv locale il pilota prima di precipitare aveva lanciato l'Sos. E testimoni, alcuni dei quali hanno pubblicato sui social il video dell'elicottero che precipita nel fiume, hanno raccontato di aver visto il pilota uscire dal velivolo e gettarsi in acqua con un salvagente.
 

 

Commenta questo articolo


vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.942

Anno XXXVII n° 16 / 13 settembre 2018

NATI E ABBANDONATI

Abbandonare gli animali, in Italia, è un reato. Eppure qualcuno ogni giorno lo fa. La storia di Mister Frog e di chi si prende cura di lui e altri mille cani e gatti rimasti senza famiglia

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×