14 novembre 2019

Conegliano

PRESENTATO IL BILANCIO PREVISIONALE 2010

Bilancio all'insegna del rigore, del reimpiego delle risorse e della salvaguardia del Sociale

| commenti | (1) |

| commenti | (1) |

Conegliano - Ieri la presentazione del bilancio previsionale 2010 da parte della giunta guidata dal sindaco Alberto Maniero, arrivata a metà mandato.

Nella seduta di martedì 16 marzo 2010 è stata definita tutta la manovra di bilancio per l’esercizio 2010 e il pluriennale 2010/2012 per l’approvazione in Consiglio Comunale entro il termine previsto dalla norma di legge (30 aprile 2010) e assicurare piena operatività di gestione dei servizi.

A chi ha chiesto al sindaco con che spirito si avvicinasse al voto sul bilancio in consiglio comunale, il sindaco Alberto Maniero ha risposto: "Dall'ultimo risultato elettorale il governo cittadino esce rafforzato e questo ci dà ancora maggior convinzione e serenità nel portare avanti il programma amministrativo per il quale abbiamo avuto la fiducia dei cittadini. Il grande risultato della coalizione dimostra che stiamo lavorando bene e che la maggioranza è compatta. Il bilancio ha tutte le carte in regola per l'approvazione in consiglio comunale".

Sui limiti e gli ostacoli legati al patto di stabilità è intervenuto l'assessore al bilancio, Pietro Basciano. "Nel 2009 lo stato ci ha riconosciuto la possibilità di aumentare la soglia dei pagamenti ai fornitori rispetto a quella limitata del patto di stabilità passando da 3 milioni 300 mila a 5 milioni circa di euro in virtù della nostra gestione oculata e corretta. Contiamo su questo strumento legislativo anche per il 2010 per dare seguito al programma di interventi e opere pubbliche e per dare soddisfazione ai nostri fornitori - ha detto Pietro Basciano - abbiamo sempre rispettato il patto di stabilità e quindi rientriamo tra quei comuni virtuosi che non chiedono altro che portare avanti i programmi per i quali i cittadini hanno dato la loro fiducia. Realizzare le opere e pagare i fornitori è prioritario anche rispetto al momento generale di difficoltà economica. In quest'ottica il passaggio al federalismo fiscale diventa non solo strategico ma quanto mai indispensabile e urgente".

Sulle priorità a livello di lavori pubblici è intervenuto l'assessore ai lavori pubblici Leopoldino Miorin. "Recentemente la giunta comunale ha sbloccato tre opere fondamentali, già programmate e rese urgenti dal rallentamento provocato dal rispetto del patto di stabilità - ha detto Leopoldino Miorin - asfaltature ferme dal 2008 (vie Veronese, Tiepolo, Italia, Zamboni, Cettolini, Calatafimi) per un importo di 250mila euro, il restauro delle mura carraresi (I stralcio, circa 1milione di euro) e la realizzazione della pista ciclabile sul canale Emanuele Filiberto (600mila euro circa). Nel corso del 2010 troveranno soddisfazione altri due interventi programmati e oramai urgenti, i marciapiedi di via Monticano e l'asfaltatura di viale Gorizia".

 

Sulla necessità di coinvolgimento in alcune spese di Regione e Provincia è intervenuto l'assessore allo sport Loris Zava. "A fronte delle economie per far quadrare il bilancio e dei sacrifici che ciascun assessore ha dovuto fare nel suo settore, abbiamo strutture comunali come la Zoppas Arena che portano benefici non solo al nostro comune ma a tutto il territorio circostante - ha detto Loris Zava - per questo discuteremo sempre più il ruolo delle nostre strutture con Regione e Provincia in un'ottica di area e di una maggiore contribuzione da parte degli enti sovraordinati nella gestione delle relative spese".

 

 

Leggi altre notizie di Conegliano
Leggi altre notizie di Conegliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×