19 novembre 2019

Agenda

Presentato il cartellone della Fenice 2019-2010

Il Don Carlo inaugura la stagione

Musica

quando 24/11/2019
orario Domenica 24 novembre al 20 ottobre 2020
dove Venezia, Teatro La Fenice

VENEZIA - La Stagione Lirica e Balletto e la Stagione Sinfonica 2019-2020 della Fondazione Teatro La Fenice sono state presentate questa mattina, martedì 2 luglio 2019, dal sovrintendente e direttore artistico Fortunato Ortombina, alla presenza del direttore generale Andrea Erri, del responsabile artistico delle attività di danza Franco Bolletta, del direttore generale della Fondazione di Venezia Giovanni Dell’Olivo e della responsabile CTPS Direzione Regionale Veneto Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige Intesa Sanpaolo Monica Cristanelli: il Gruppo, dall’1 gennaio 2019 diventato socio sostenitore del Teatro veneziano, ha infatti rinnovato il suo prezioso sostegno alle Stagioni Lirica e Sinfonica del Teatro La Fenice.

 

Sarà Don Carlo a inaugurare la Stagione Lirica e Balletto 2019-2020, proseguendo la linea artistica di continuità con le precedenti inaugurazioni, Myung-Whun Chung con il progetto di rilettura del catalogo verdiano, con la regia di Robert Carsen.

Seguiranno Pinocchio del compositore vicentino Pierangelo Valtinoni, tra gli autori viventi più eseguiti al mondo, e il dittico novecentesco A Hand of Bridge di Barber e Il castello del principe Barbablù di Bartók.

Insieme alle riprese della Traviata e del Trovatore, andrà in scena in prima italiana un allestimento del Rigoletto per la regia di Damiano Michieletto, a completare la cosiddetta ‘trilogia popolare’ di Verdi.

 

Continua il filone vivaldiano con Farnace, sempre con la presenza di Diego Fasolis. Dal repertorio francese, sarà proposto un nuovo allestimento del Faust di Gounod diretto da Frédéric Chaslin, ma anche la ripresa della Carmen di Bizet diretta da Wyung-Whun Chung.

Torneranno in scena due titoli da molto tempo assenti dal palcoscenico feniceo: Rinaldo di Händel nello storico allestimento di Pier Luigi Pizzi e Roberto Devereux di Donizetti con la regia di Alfonso Antoniozzi.

 

Sarà invece una novità assoluta per le scene veneziane il dittico composto da Prima la musica e poi le parole di Salieri e Der Schauspieldirektor di Mozart, nell’ambito dell’ormai collaudata collaborazione con l’Accademia di Belle Arti.

La serva padrona di Pergolesi e la prima rappresentazione in tempi moderni di Engelberta di Albinoni sono i titoli previsti per il progetto Opera Giovani. Mentre per il Balletto, Alessandra Ferri e l’Hamburg Ballett saranno gli interpreti della prima rappresentazione italiana di Duse, fantasia coreografica di John Neumeier.

Completano la programmazione i grandi ‘classici’ del repertorio che verranno riproposti negli storici allestimenti targati Fenice: L’elisir d’amore di Donizetti, Il barbiere di Siviglia e La cambiale di matrimonio di Rossini, Aida di Verdi con Piero Pretti al debutto nel ruolo di Radamès.

 

La musica di Ludwig van Beethoven, nel duecentocinquantesimo anniversario della nascita, sarà uno dei temi portanti della Stagione Sinfonica 2019-2020.

Con l’esecuzione della quasi totalità delle sue Sinfonie, la Fantasia corale, l’ouverture Coriolano, Le creature di Prometeo e due Concerti per pianoforte e orchestra, il cartellone dei concerti alla Fenice e al Malibran assicurerà una visione completa dell’opera del maestro di Bonn.

Sul podio della Fenice accanto a direttori regolarmente invitati, spiccano alcuni importanti debutti, come quello di Alpesh Chauhan, che inaugurerà il cartellone, cui faranno seguito le prime apparizioni in Fenice di Claus Peter Flor, che proporrà le Sinfonie Italiana e Riforma di Felix Mendelssohn Bartholdy; Daniel Cohen, cui spetteranno la Quarta e la Settima di Beethoven; Hartmut Haenchen – sarà lui a misurarsi con la Nona –; Rudolf Buchbinder, impegnato nella doppia veste di direttore e solista al pianoforte; infine Ton Koopman, che traccerà un filo conduttore tra Beethoven e la musica di Johann Sebastian Bach: altro punto cardinale della nuova Stagione, nel duecentosettantesimo anniversario della morte.

 

Non mancherà il tradizionale appuntamento con il Concerto di Natale nella Basilica di San Marco, affidato al Coro della Cappella Marciana, guidato da Marco Gemman mentre il Coro del Teatro La Fenice diretto da Claudio Marino Moretti eseguirà il Requiem di Alfred Schnittke e il mottetto «Jesu, meine Freude» di Bach.

La Staatskapelle Dresden – compagine ospite di questa Stagione – proporrà invece l’Ottava Sinfonia di Antonín Dvořák e la Quarta di Johannes Brahms, sotto la direzione di Myung-Whun Chung.

E ancora Chung dirigerà l’Orchestra e Coro del Teatro La Fenice nella diciassettesima edizione del Concerto di Capodanno al Teatro La Fenice.

 

Si rinnova infine il progetto «Nuova musica alla Fenice» realizzato grazie al sostegno della Fondazione Amici della Fenice: anche in questa Stagione si presenteranno in prima esecuzione assoluta tre ouverture di giovani compositori.

In totale la Stagione Lirica e Balletto 2019-2020 conta oltre centocinquanta recite, dal 24 novembre 2019 al 20 ottobre 2020, con dodici nuove produzioni e otto riprese. In aumento i numeri del cartellone sinfonico, che registra tredici concerti e undici repliche, dal 12 ottobre 2019 al 15 giugno 2020.

Altri Eventi nella categoria Musica

Appuntamenti in Evidenza

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×