12 novembre 2019

Treviso

Prima il furto il negozio, poi la fuga dalla polizia: arrestati

La coppia aveva derubato una commessa in centro storico

commenti |

commenti |

polizia

TREVISOSono entrati in un negozio d’abbigliamento del centro storico di Treviso ed hanno preso dalla borsa il portafogli della commessa che in quel momento si trovava lì da sola, mentre da sotto al bancone hanno preso una macchina fotografica reflex di un altro dipendente.

Poi sono usciti senza destare alcun sospetto. Si tratta di un uomo ed una donna di 35 e 29 anni, residenti il primo a Treviso e la seconda a Milano.

 

Mentre lei ha distratto l’ha commessa, lui ha preso dalla borsa il portafogli (con all’interno 600 euro) e poi la reflex, quindi se ne sono andati. Poco dopo, però, la commessa ha controllato nella borsa e si è resa conto che il portafogli era sparito. Nel frattempo è arrivato il collega ed hanno subito realizzato che erano stati proprio loro, per questo sono usciti alla ricerca dei due malviventi.

 

Li hanno rintracciati poco distante e quando hanno detto loro che avrebbero chiamato la polizia se la sono data a gambe. La commessa ha chiamato subito il 113 e sono intervenute due volanti che si trovavano nei paraggi. Individuata la coppia, è nato un rocambolesco inseguimento lungo l’argine del Sile, con una corsa a piedi scavalcando diverse recinzioni.

 

Alla fine i poliziotti sono riusciti a raggiungere la coppia di ladruncoli: sono stati bloccati e portati in questura. La donna ha finto di essere incinta, tanto che è stato necessario effettuare degli accertamenti medici in ospedale per appurare che non lo era.

 

Entrambi, a seguito degli accertamenti del caso, sono stati arrestati e portati in carcere.

 

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×