20/09/2018sereno

21/09/2018sereno

22/09/2018possibile temporale

20 settembre 2018

Calcio

Primo bilancio del Mondiale: Cristiano Ronaldo e poco altro

Al termine della prima giornata di Russia 2018, i giudizi non sono proprio entusiasmanti: le big stentano e i contenuti tecnici sono tutt’altro che eccelsi

Calcio

Cristiano Ronaldo escluso, diciamo che finora i Mondiali in Russia non è che abbiano espresso grande calcio. Il portoghese è stato protagonista nella gara più entusiasmante ed elettrizzante disputata finora, ma forse anche l'unica. E anche in Portogallo-Spagna, celebrata come la partita più bella del primo turno, lo spettacolo è stato frutto (anche) di due squadre poco avvezze alla fase difensiva, che hanno concesso spazi e ripartenze all'avversario.

 

Ulteriori motivi per coltivare il rimorso di aver sprecato l'occasione di essere lì anche noi a giocarcela: probabilmente l'Italia non avrebbe fatto molta strada nel torneo, ma di certo fare peggio di Argentina, Germania e Brasile viste al primo turno, sarebbe stato difficile. Detto questo, gli Azzurri in Russia non ci sono e quindi possiamo soltanto limitarci ad osservare e giudicare: i padroni di casa hanno sorpreso tutti all'esordio, ma il 5-0 va misurato sulla tara di un'Arabia Saudita parsa decisamente fuori posto in una competizione così importante.

 

La replica contro l’Egitto, però, ha di fatto legittimato una Russia che potrebbe realmente diventare la sorpresa del torneo. Nello stesso girone l'Uruguay ha fatto il suo, ma per segnare il gol vittoria contro l'Egitto nella prima gara ha avuto bisogno di 90', nonostante avesse davanti Cavani e Suarez. Del pirotecnico 3-3 tra Portogallo e Spagna abbiamo già detto e il derby iberico ha già chiarito le gerarchie del Gruppo B; se la vittoria a sorpresa dell'Iran contro il Marocco aveva già quasi estromesso la terza forza del girone dalla corsa alla qualificazione, la sconfitta di Benatia e compagni contro il Portogallo ha sancito l’eliminazione ormai certa.

 

Anche la Francia (contro l'Australia) si è limitata al compitino, con la Danimarca che ha approfittato della generosità del Perù per accaparrarsi il secondo posto del Gruppo C. E ora arriviamo alle soprese: Argentina e Brasile hanno un solo punto dopo l'esordio, "grazie" ai pareggi rispettivamente contro Islanda e Svizzera, mentre la Germania è addirittura ultima del suo girone dopo la sconfitta all'esordio contro il Messico.

 

Se i tedeschi hanno un cammino piuttosto agevole verso gli ottavi (Corea del Sud e Svezia), va invece ricordato che Messi e compagni sono finiti in quello che era stato definito il “girone della morte”, con Nigeria e Croazia oltre all'Islanda (che per inciso era considerato l'avversario più agevole). Il Brasile, dal canto suo, non dovrebbe aver problemi ad avere la meglio sulla Costa Rica, ma attenzione alla Serbia di Kolarov, Milinkovic-Savic e Ljajic, ostica almeno tanto quanto la Svizzera e con ancora maggiore qualità.

 

Chiudiamo con il Gruppo G e il Gruppo H: nel primo caso Belgio e Inghilterra hanno rispettato i pronostici, ma non senza qualche difficoltà di troppo considerato il lignaggio delle avversarie (Panama e Tunisia che han fatto soffrire non poco i ragazzi di Martinez e Southgate); nel secondo, invece, Giappone e Senegal si sono tolte lo sfizio di levarsi di dosso l’etichetta di sfavorite battendo le più quotate Polonia e Colombia, dando vita ad una classifica davvero improbabile alla vigilia.

 

Ma il bello del calcio è proprio questo no? Finito il primo "giro di consultazioni", ora si fa sul serio visto che il secondo turno ha già cominciato ad emettere i primi verdetti. E se volete in qualche modo essere maggiormente partecipi provando a scommettere (responsabilmente, s’intende) sulle partite in programma, sono numerosi i bookmakers che offrono bonus di benvenuto ai nuovi clienti. Per questo motivo, per tutti gli utenti del web, la guida di Wincomparator sui bonus scommesse potrebbe tornare utile per sciogliere ogni dubbio tra tutte le proposte dei professionisti del settore.

 

Altri Eventi nella categoria Calcio

Alessandro Dal Canto
Alessandro Dal Canto

Calcio

L'allenatore castellano dell'Arezzo sabato sera ha accusato un malore. Dimesso, tornerà a dirigere la squadra

Paura per mister Alessandro Dal Canto

CASTELFRANCO - Ex giocatore del Treviso, ora tecnico dell'Arezzo in Lega Pro, ha accusato un malore nella serata di sabato.
 

Commenta questo articolo


Le società Sportive

vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.942

Anno XXXVII n° 16 / 13 settembre 2018

NATI E ABBANDONATI

Abbandonare gli animali, in Italia, è un reato. Eppure qualcuno ogni giorno lo fa. La storia di Mister Frog e di chi si prende cura di lui e altri mille cani e gatti rimasti senza famiglia

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×