18/11/2018quasi sereno

19/11/2018nuvoloso

20/11/2018nuvoloso

18 novembre 2018

Nord-Est

Primo giorno di lavoro, giovane muore in azienda per cause misteriose

commenti |

Un operaio di 37 anni, originario di Taranto e domiciliato con la famiglia a Ragogna (Udine), è stato trovato privo di vita da un collega, questa mattina, pochi minuti dopo le 8.00, in una stanza con varie apparecchiature, dove stava allestendo una "zattera" per lo spostamento di un macchinario. Era al primo giorno di lavoro in un cementificio di Fanna (Pordenone), di proprietà della Buzzi Unicem, assunto come interinale da un'agenzia di Udine, che lo aveva "prestato" a una azienda di Precenicco, ditta esterna che si occupa di montaggi di attrezzature meccaniche. Una ditta partner dello stabilimento della Buzzi Unicem dove è avvenuta la tragedia

 

Tutte le ipotesi sulle cause del decesso sono al vaglio di carabinieri e dello Spisal: da un malore fatale, che potrebbe essere stato eventualmente causato dall'alta temperatura della stanza dove è stato trovato, all'aver toccato inavvertitamente quadri elettrici e trasformatori presenti nella stanza. Non ci sarebbero traccia di lesioni esterne.

 

Commenta questo articolo


Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

In Edicola

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×