17/08/2018sereno

18/08/2018quasi sereno

19/08/2018quasi sereno

17 agosto 2018

Oderzo Motta

Profughi a Oderzo, la sindaca scrive al Prefetto

Il primo cittadino Maria Scardellato chiede che non venga superata la soglia massima di 300 presenze al centro di accoglienza dell'ex caserma Zanusso

commenti |

un'immagine dell'ex caserma Zanusso (archivio)

ODERZO - La sindaca di Oderzo Maria Scardellato scrive alla Prefettura con la richiesta di non aumentare il numero di richiedenti asilo nel centro accoglienza ospitato nell'ex Caserma Zanusso.

Scardellato ha chiesto al Prefetto di non superare la soglia di 300 ospiti, ossia la capienza massima (stando al limite massimo di capienza autorizzato da Piave Servizi per lo scarico in fognatura). Ad oggi ne sono sopitati 340. 

La lettera è dstata inviata dopo che a Oderzo era giunta una richiesta di una ditta specializzata che vorrebbe realizzare un nuovo depuratore dimensionato per circa 500 persone.

In aggiunta si è ipotizzata la realizzazione di una seconda vasca d'accumulo, da affiancare a quella già esistente, per utilizzare i reflui trattati per gli sciacquoni dei wc della Zanusso.

Lavori di questo tipo farebbero prevedere l'arrivo di nuovi profughi: da qui la lettera del sindaco.

 

 

Leggi altre notizie di Oderzo Motta

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Oderzo Motta

Dello stesso argomento

immagine della news

15/06/2018

Erba alta, lunedì lavori al via

Con una comunicazione via facebook, il sindaco di Oderzo Maria Scardellato conferma che il problema sarà risolto entro una decina di giorni

immagine della news

07/03/2018

"Radioattività all'ex Caserma Zanusso?"

Se lo chiede la consigliere Laura Damo che chiede lumi a Sindaco e Prefetto con un'interpellanza da discutere nel prossimo consiglio comunale di Oderzo

immagine della news

13/02/2018

Lara Corte entra in Giunta a Oderzo

Formalizzate lunedì le dimissioni dell'ex assessore alla cultura Gloria Tessarolo. Come anticipato a dicembre, cambio nell'esecutivo

vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.940

Anno XXXVII n° 14 / 26 luglio 2018

DAI "LAGER" LIBICI A VITTORIO VENETO

Se questo è un uomo. Imprigionati, torturati, uccisi o venduti come schiavi. Le testimonianze dei sopravvissuti ai campi di concentramento in Libia arrivati a Vittorio Veneto

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×