20/02/2018nuvoloso

21/02/2018nuvoloso

22/02/2018pioviggine

20 febbraio 2018

Ciclismo

Prosecco Cycling, si pedala anche tra i vigneti

Sabato 9 settembre pedalata aperta a tutti, con partenza dalla Locanda Sandi a Valdobbiadene.

Altri Sport

VALDOBBIADENE - Vigilia in bicicletta per la Prosecco Cycling. Sabato 9 settembre, l’atteso evento di Valdobbiadene (duemila concorrenti provenienti da mezzo mondo) sarà preceduto da una pedalata su un percorso di 20 chilometri che porterà i partecipanti ad immergersi nel cuore delle colline del Prosecco.

La partecipazione è aperta a tutti: famiglie, appassionati, accompagnatori dei ciclisti che il giorno dopo, domenica 10 settembre, prenderanno parte alla Prosecco Cycling. Anche la tipologia di bicicletta è libera: ci sarà pure la possibilità di noleggiare bici elettriche.

Ritrovo alle 14.30 alla Locanda Sandi, a Crocetta del Montello. Partenza alle 15. L’itinerario della Slow Bike farà tappa a Villa Sandi, a Crocetta del Montello, dov’è prevista una suggestiva visita guidata della cantina con degustazione di Prosecco.

Il pomeriggio proseguirà a Valdobbiadene, dove, al Museo “Simon Benetton”, sarà allestito un nuovo, ricco punto di ristoro. Al Museo “Simon Benetton”, oltre ad ammirare le opere del celebre maestro del ferro battuto, sarà possibile visitare una mostra di bici d’epoca, proveniente dal famoso Museo della Bicicletta curato da Loris Pasquale a Salcedo (Vicenza).

Sempre nella sede del Museo “Simon Benetton”, alle 18.30, l’ex giornalista della Gazzetta dello Sport, Claudio Gregori, presenterà il suo nuovo libro dedicato al mitico Ottavio Bottecchia (“Il corno di Orlando – Vita, morte e misteri di Ottavio Bottecchia”), primo italiano a vincere il Tour de France. Iscrizione: 12 euro a persona, entro il 7 settembre.
 

 

Commenta questo articolo


Le società Sportive

vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.929

Anno XXXVII n° 3 / 15 febbraio 2018

SI. CUCINO GLI INSETTI

Benvenuti nella cucina di Roberto. Dove le larve di caimano prendono il posto delle verdure pastellate e i muffin vengono prodotti con farina di grilli. Perché dato che forse sarà questo il cibo del futuro, tanto vale iniziare a sperimentare. E gustare

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×