22 settembre 2019

Nord-Est

Prosecco, il mercato ne chiede di più

Consorzio "sblocca" 100mila ettolitri

commenti |

Il Consorzio di tutela Prosecco Doc ha avanzato la richiesta ufficiale di destoccaggio alle Regioni Veneto e Friuli Venezia Giulia, sulla scorta della decisione, assunta lo scorso 12 giugno dal cda, che ha deliberato lo svincolo di oltre 100.000 ettolitri di vino.

 

La quota, pari al 5,1% della produzione totale, in parte prudenzialmente stoccata con la vendemmia 2013, è destinata a soddisfare la crescente domanda di prodotto e consentirà ai produttori di immetterla nel mercato come Prosecco Doc con miglior remunerazione.

 

Per il presidente del consorzio, Stefano Zanette, "si tratta di un'ulteriore conferma del trend positivo di vendita del Prosecco Doc, che spicca in un contesto di contrazione generalizzata dei consumi. Alla vigilia della vendemmia 2013 il pronostico più ottimistico auspicava l'assorbimento da parte del mercato dell'intera nuova produzione, che si prevedeva aumentasse nella misura di almeno il 10% rispetto all'annata precedente. Oggi possiamo dire che non solo l'obiettivo è stato raggiunto ma addirittura superato. Circa un terzo del prodotto stoccato viene svincolato, a significare che le politiche di governance attuate dal Consorzio vanno nella giusta direzione".

 

Commenta questo articolo


Dello stesso argomento

immagine della news

25/02/2016

Il "caso" Prosecco

Agricoltura e paesaggio: venerdì incontro pubblico a Mogliano sull'equilibrio tra produzione economica e realtà ambientale

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×