12 novembre 2019

Vittorio Veneto

Pubblicità: prima si paga, poi si aspetta (e si spera)

Maso assicura: "Stiamo monitorando la situazione"

commenti | (2) |

commenti | (2) |

VITTORIO VENETO - “Il mezzo con la pubblicità delle ditte che hanno aderito al progetto Mobilità Gratuita per il trasporto di persone diversamente abili, anziani e persone con ridotta capacità motoria, verrà presentato ai cittadini tra un paio di mesi. Il comune di Vittorio Veneto, come altri comuni che hanno aderito a questo tipo di iniziativa, riceverà in comodato d’uso il mezzo”. Lo afferma il vice sindaco e assessore alle politiche sociali Giuseppe Maso (in foto), in risposta alle polemiche dei commercianti ed esercenti che nei giorni scorsi si sono lamentati, anche rivolgendosi agli uffici comunali, del mancato avanzamento del progetto, dopo che da mesi hanno pagato le quote per la pubblicità che comparirà sul pullmino. Alcuni di loro hanno già sborsato anche 3-4 mila euro alla società preposta.

 

“Stiamo monitorando la situazione - prosegue Maso - i commercianti hanno ragione a lamentarsi per i tempi lunghi, sono d’accordo con loro, purtroppo la congiuntura economica di questi mesi ha fatto rallentare l’operazione, che però si sta avviando alla conclusione. Da quello che mi è stato detto dalla ditta incaricata a ricevere le quote, all’appello mancano due - tre commercianti per far quadrare i conti del costo preventivato”.

 

Sperando che nel frattempo non ci siano attività in sofferenza e magari costrette a chiudere: nel qual caso la quota versata andrebbe persa? “Intanto speriamo che nessuno chiuda la propria attività- si augura il vice sindaco - E poi le quote versate non vanno certamente perse. Il nuovo mezzo è in fase di acquisto, per venire poi dato in comodato d’uso al Comune”.

 

Nei giorni scorsi diversi commercianti ed esercenti di Vittorio Veneto si erano lamentati del fatto che la ditta ha già riscosso le quote in denaro per avere la pubblicità sul mezzo in anticipo di alcuni mesi rispetto alla presentazione del pullmino. “Il finanziamento del veicolo e l’attivazione del servizio avverrà grazie alla possibilità data agli imprenditori del Comune di affittare le superfici della carrozzeria dei veicolo per mettere il nome della propria attività- conclude l’assessore Maso- E’ un’operazione di immagine unita alla solidarietà”.

 

rv

 

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×