22/05/2019possibile temporale

23/05/2019parz nuvoloso

24/05/2019variabile

22 maggio 2019

Montebelluna

Pugni e coltellate, poi sfonda una vetrina: rapinatore in carcere

Aveva tentato di rapinare una cinese per strada e non riuscendoci si era recato a casa sua

commenti |

carabinieri

MONTEBELLUNA - I carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Montebelluna hanno arrestato, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, un 24enne albanese già noto alle forze dell’ordine. La sera dello scorso 1 novembre, in via Risorgimento di Montebelluna, aveva tentato di rapinare una cittadina cinese dell’incasso del suo centro di estetica che si trova in via Galileo Galilei, dopo averla pedinata a bordo della sua auto, una Citroen C3.

 

Il malvivente aveva seguito la donna fino alla porta della sua abitazione, ma non essendo riuscito a bloccarla prima dell’ingresso in casa, aveva iniziato a bussare con violenza, intimandole di dargli i soldi.

La donna, impaurita, aveva chiamato in soccorso il marito che a sua volta si era fatto accompagnare da un connazionale. Alla vista dei due uomini l’albanese ha colpito con tre pugni al volto il marito della donna e, dopo avere estratto un coltello dalla cintola dei pantaloni, ha ferito al volto anche il suo amico connazionale.

Essendo andata a vuoto la rapina, l’albanese si è dato quindi alla fuga, ma prima di far perdere le sue tracce con un bastone ha danneggiato la Volkswagen Touran del marito della donna e la vetrata del vicino negozio “Stampiamotutto”, di proprietà di Antonio Venturato, coordinatore della sezione di Trevignano di Forza Italia.

 

L’albanese, a bordo della Citroen C3, si è quindi diretto verso il vicino bar “Tocchetto” dopo avere quasi investito i due cinesi che lo stavano rincorrendo.

 

Le indagini intraprese dai militari del Nucleo Operativo hanno consentito di individuare il 24enne albanese, che è stato quindi denunciato per tentata rapina aggravata e danneggiamento continuato. Il pm Andreatta, titolare del fascicolo processuale, ha poi avanzato una richiesta di ordinanza di custodia in carcere, che è stata accolta dal gip Mascolo, facendo scattare l’arresto ed il carcere per il 24enne.

 

Leggi altre notizie di Montebelluna

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Montebelluna

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×