18/08/2017sereno con veli

19/08/2017temporale e schiarite

20/08/2017quasi sereno

18 agosto 2017

Ambiente

Raccolta carta e cartone, Comieco lancia la sfida alle Isole minori.

AdnKronos | commenti |

Roma, 16 giu. (AdnKronos) - Al via nel mese di luglio le Cartoniadi, la gara di raccolta differenziata di carta e cartone che coinvolgerà quest'anno Isola d’Elba, Ischia, La Maddalena, Lipari, Pantelleria e Procida. Ad organizzarla è Comieco - Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica, per sensibilizzare cittadini e turisti sull’importanza di una corretta raccolta differenziata.

Nel periodo compreso tra il l’1 e il 31 luglio 2017 abitanti e turisti delle isole coinvolte sono chiamati ad aumentare la quantità e la qualità della loro raccolta differenziata di carta e cartone rispetto al mese di luglio 2016; in palio il titolo di Campione delle Cartoniadi 2017 e 15.000 euro che Comieco riconoscerà all'isola che alla fine del mese di luglio avrà raggiunto i migliori risultati di raccolta differenziata. I soldi del premio saranno destinati al finanziamento di opere, beni o servizi di interesse pubblico.

"I risultati di raccolta differenziata di carta e cartone delle Isole Minori (oltre 9mila tonnellate nel 2015) delineano un trend positivo dal 2010 - commenta Carlo Montalbetti, direttore generale di Comieco - segno che fa ben sperare per lo sviluppo della raccolta sul territorio. Ad esempio l’Isola della Maddalena segnala una crescita di 69% in cinque anni, Procida è passata da 25 kg di carta e cartone raccolti per abitante ai 41 kg/ab del 2015, l’Isola d’Elba si attesta su una raccolta pro capite di 66 kg/ab. Risultati positivi che appaiono però ancora lontani rispetto ai target fissati dall’Ue per il 2030, che prevedono una quota di intercettazione di carta e cartone pari all’80%: insieme ad Esa abbiamo organizzato il campionato della raccolta di carta e cartone perché c’è ancora molto da fare in queste belle realtà".

Ecco 10 trucchi per vincere la sfida: seleziona correttamente carta (sacchetti, giornali, riviste, libri, quaderni, opuscoli e fogli in genere), cartone (scatole e scatoloni, di ogni dimensione purché puliti e appiattiti) e cartoncino (confezioni come quelle di prodotti alimentari, per l’igiene personale e della casa, ecc...); togli nastri adesivi, punti metallici e altri materiali non cellulosici (es. la plastica che avvolge le riviste, il polistirolo, i sacchetti di plastica...); appiattisci le scatole e comprimi gli scatoloni per ridurne il volume; non abbandonare carta, cartone e cartoncino fuori dai contenitori.

Ancora: non mettere carta, cartone e cartoncino con residui di cibo o terra: generano cattivi odori, problemi igienicosanitari e contaminano la carta riciclabile; non conferire i fazzoletti di carta: sono quasi tutti anti-spappolo e quindi difficili da riciclare; non buttare gli scontrini: i più comuni sono fatti con carte termiche che reagiscono al calore e creano problemi in fase di riciclo; non buttare la carta oleata, come quella per affettati, formaggi e focacce, nel contenitore della carta: non è riciclabile; non gettare carta sporca di sostanze velenose (come vernici, solventi, etc.) perché contamina quella pulita; non mettere nel contenitore dei rifiuti indifferenziati tutta la carta e il cartone e il cartoncino che si possono riciclare.

 



AdnKronos

Commenta questo articolo


Loading...
vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

L'Italia vuole dare il visto umanitario ai profughi per potersi muovere in Europa. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.918

Anno XXXVI n° 14 / 27 luglio 2017

VACCINI A SCUOLA. PROMOSSI O BOCCIATI?

Per andare a scuola non basta il diario. Ora ci vuole il libretto sanitario. Con il certificato delle vaccinazioni.Ma è proprio indispensabile?

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×