20 luglio 2019

Montebelluna

Il radicchio contro la patata

Il Consorzio sulla Patata del Montello: "Denominazione a livello comunale, crea solo confusione nel consumatore"

commenti |

radicchio

VOLPAGO DEL MONTELLO Il Consorzio del Radicchio si schiera contro la Patata del Montello. Anche il Consorzio fiore d'inverno segue le orme tracciate dal Consorzio dell'Asparago di Badoere Igp a seguito anche di iniziative sul territorio della Marca trevigiana che riguardano il tema delle De.Co., come la patata di Volpago del Montello. “Si tratta di denominazioni Comunali, questa la sigla per esteso, ovvero certificazioni del settore agroalimentare che hanno la funzione di legare un prodotto o le sue fasi di realizzazione ad un particolare territorio comunale”, viene spiegato in una nota del Consorzio.

 

“Denominazioni disciplinate a livello comunale dunque, non a livello europeo come i marchi Dop, Igp e Stg, che risultano essere completamente svincolate da un raccordo giuridico con il diritto comunitario e il diritto interno sia nazionale che regionale”, viene precisato ancora.

 

Dal Consorzio sottolineano, tra le altre cose, che inoltre “risulta assente il riferimento normativo su cui si fonda la potestà dei Comuni ad adottare provvedimenti volti a riconoscere le denominazioni comunali” e “si favorisce l’instaurarsi di conflitti  e contenziosi con i Consorzi di tutela delle Dop e Igp tenuti al rispetto dei disciplinari di produzione”. Una dichiarazione quella del Consorzio di tutela del Radicchio Rosso di Treviso IGP e Radicchio Variegato di Castelfranco IGP che “va a sostegno del lavoro intrapreso nel lontano 1996, anno del riconoscimento del marchio IGP per le pregiate cicorie tutelate, e si mette nei panni del consumatore sempre più bombardato dal proliferare di marchi a carattere territoriale (denominazione di…)”, viene puntualizzato ancora.

 

“Da queste azioni – chiude la nota - è comprensibile che il consumatore si trovi disorientato e confuso da denominazioni di origine, delle indicazioni geografiche, marchio ‘Qualità Verificata – QV’, marchio ‘Prodotto della Montagna’ etc. e che possa favorire una scelta del tutto casuale nel riempire il proprio carrello”. 

 

Leggi altre notizie di Montebelluna

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Montebelluna
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×