22 agosto 2019

RE (nzi), REGINE e DITTATORI...

Categoria: Notizie e politica - Tags: Renzi, regina elisabetta, massoneria, papa bergoglio, Senato, M5S

immagine dell'autore

Francesca Salvador | commenti | (12)

 

Buona lettura e buona visione,

Francesca

 

La dittatura dell'illegittimità

 

di Ida Magli

 

Finalmente “Renzi il Giovane” è riuscito ad inaugurare la nuova Era, quella del primato dei giovani.

 

L’eliminazione del Senato, il più antico consesso romano di governo degli Anziani (Seniores) significa – ed è – soprattutto questo, gridato a gran voce, simbolicamente ma anche concretamente: “Via i vecchi”!

 

Il Ministro del lavoro sta pensando ai prepensionamenti per dare lavoro ai giovani ed è sicuramente inutile fargli notare che soltanto con il sistema di certi popoli “primitivi”, quello di abbandonarli senza acqua né cibo in luoghi disabitati, sarà possibile oggi liberarsi dei vecchi dato che è la maggiore conquista della nostra civiltà aver allungato di oltre un terzo la durata media della vita sconfiggendo il tifo, la tubercolosi e la mortalità per parto.

 

Probabilmente la signora Madia non sa che le donne morivano giovanissime perché affrontavano partorendo un rischio di morte talmente alto che la Chiesa l’aveva equiparato a quello dei soldati in battaglia emanando per le partorienti lo stesso obbligo di confessarsi, all’inizio delle doglie, in vigore per i soldati prima del combattimento.

 

Lo stato di salute e la durata della vita dei cittadini è il dato primario che connota una società: non è capace di governare chi non se ne rende conto al punto di credere di poter tenere una parte del gruppo fuori dal gioco.

 

Se accantoniamo però questa constatazione sul modo farsesco con il quale siamo governati, non possiamo non rimanere stupiti della facilità con la quale, malgrado la lunga esperienza storica che ne abbiamo alle spalle, è possibile in Italia a chi abbia un minimo di disinvoltura e di potere instaurare una dittatura.

 

Sono nate quasi sempre così le dittature in Europa: sfruttando i momenti di mancanza o di sospensione delle regole e affermando che è necessario, appunto, instaurarne di nuove.

 

Dalla fine della seconda guerra mondiale ad oggi non c’è mai stata però una situazione di reale vuoto e di illegittimità conclamata delle istituzioni come quella in cui viviamo e nella quale Renzi nuota a suo piacere.

 

L’incostituzionalità della legge elettorale è diventata, invece che una debolezza, il suo maggiore punto di forza in quanto è ormai passato così tanto tempo dalla sentenza della Consulta che si possono considerare come nulle anche le decisioni della massima Magistratura.

 

D’altra parte Renzi sa di poter contare su un’assoluta certezza: i suoi colleghi non si faranno mai sbalzare fuori dalle proprie poltrone andando alle elezioni e Berlusconi gli manterrà il suo appoggio perché non ha altro modo per rimanere nel gioco politico.

 

Accantonato quindi con disinvoltura il progetto di una nuova legge elettorale, il nostro piccolo Mussolini si dedica a sistemare l’Italia in vista del potere in Europa.

 

È l’Europa, infatti, che ha guidato Napolitano nell’escludere il ritorno alle elezioni per potere instaurare i governi di Monti, di Letta e di Renzi ed è per questo motivo, la sottomissione all’impero europeo, che nel diluvio di commenti che accompagna le imprese di Renzi nessuno accenna, né giornalisti né politici, al primato dell’Europa che le domina.

 

La pseudo cancellazione del Senato serve infatti, oltre al piacere di togliere di mezzo un’istituzione “vecchia”, a indebolire lo Stato e disintegrarne l’unità: eliminare gli Stati nazionali è indispensabile all’unione politica dell’Europa.

 

Renzi odia il popolo italiano quanto e più (di più perché ride mentre lo tradisce) di quanto l’abbiano sempre odiato i suoi politici e governanti lungo tutta la sua storia, salvo la brevissima pausa del Risorgimento.

 

Il dovere principale per il quale si batte è rispettare Maastricht e la moneta euro.

 

A felicitarsi di questa fedeltà è venuta in Italia la Regina Elisabetta II e ne aveva ben donde: nella sua qualità di massimo capo della massoneria mondiale e di partecipante alla Banca Centrale Europea, così come a tutte le altre Banche Centrali, sta gioiosamente seduta sulla montagna di soldi che ha spremuto e spreme ai poveri europei, ai poveri italiani, agli imprenditori suicidi, ai milioni di lavoratori rimasti disoccupati da quando i loro governanti hanno adottato la moneta euro.

 

È una spietata strozzina, come sono spietati strozzini i Re di Spagna, d’Olanda, del Belgio, i Rothschild, i Rockfeller e tutti gli altri azionisti delle Banche Centrali.

 

Ancora una volta, però, giornalisti e politici hanno mantenuto il silenzio sull’obbrobriosa personalità di questa donna, dedicandosi a commentare il tenero colore dei suoi cappelli.

 

È questo silenzio che permette agli usurai d’Europa di portare i popoli alla rovina.

 

Ida Magli

 

5 aprile 2014

Italianiliberi | 05.04.2014

http://www.italianiliberi.it/Edito14/la-dittatura-dell-illegittimita.html

 

... a proposito di Senato:

 

Danilo Toninelli (M5S): L'Arena di Giletti "Balla colossale l'abolizione del Senato"

 

 

Avviso ai commentatori: per cortesia, attenersi all'argomento specifico.

Ogni commento non pertinente sarà bannato.



Commenta questo articolo


Scrivo questo commento non pertinente, in quanto l'affermazione "Avviso ai commentatori ...." non mi piace, e non la accetto in quanto limitante della mia libertà di espressione.
Non si può pensare che se si scrive qualcosa su un blog, poi si tengano solo i commenti favorevoli all'articolo, CENSURANDO il resto come propaganda sovversiva.

Chi tiene un blog deve anche accettare i rischi derivanti dalle proprie affermazioni, e pur bandendo giustamente il torpiloquio e le offese fini a se stesse, qualsiasi altra campana deve essere bene accetta.

segnala commento inopportuno

"Non si può pensare che se si scrive qualcosa su un blog, poi si tengano solo i commenti favorevoli all'articolo"

Gentile Giorgio, se questo è ciò che lei ha capito, è probabile che io mi sia spiegata male. Questa è stata la mia richiesta:

"per cortesia, attenersi all'argomento specifico. "

Sono accetti tutti i commenti, favorevoli o no, ci mancherebbe, possibilmente evitando gli attacchi personali o le offese fini a se stesse.

Quello che intendo evitare per il futuro è che, si comenti un post di economia o politica attaccando le mie posizioni riguardo alla medicina, oppure che in uno di medicina si parli di geopolitica.

Non mi sembra di chiedere troppo, si tratta di correttezza non solo nei miei confronti, ma soprattutto nei confronti dei lettori, che spesso si lamentano con me, per le infinite repliche non pertinenti.

segnala commento inopportuno

Ben detto Giorgio Spinato! purtroppo la Sig.ra Salvador, incapace di reggere un contraddittorio senza insultare chi interviene dissentendo dalla sue spesso farneticanti posizioni, ricorre ora all' arma estrema della dannazione eterna (volevo dire"bannazione") per epurare gli indesiderati.
Penoso.

segnala commento inopportuno

Caro Piero,
ora ricordo.... gli 80 € al mese in più, in vista delle europee...
peccato che, lo "smemorato" si sia dimenticato di annunciare l'aumento della tassazione di oltre 50 miliardi di euro in più, per far fronte al Fiscal Compact... e se tanto mi da tanto, mi sa che non solo i lavoratori non vedranno gli 80, ma vaporizzeranno altri 1000 cadauno annui!

segnala commento inopportuno

Che dire...il pezzo denota odio.. buon odio..pensato da ida preso a prestito da Salvador??

Io non vedo nulla di male nell euro e nella Europa.. certo ha da cambiare..certo ci rompe..come un professore.
Vi ricordate la famosa lettera dell Europa...Italia sotto dittatura europea..monti ecc..Be nemmeno meta di quella lettera è stata messa
in pratica.. bufala credersi in tirannia..quando siamo partecipanti..
Trovo molto di destra..non notare i meriti e voler solo tornare indietro..
Un amico oramai britannico..dopo 10 anni mi ci sentirei pure io..mi dice con orgoglio mai ci entreremo nella euro.. bene pure io magari se fossi li ma cosa faresti in Italia..non uscirei..
M5s si sta distinguendo come forza conservatrice ...direi..dopo le bufale del signoraggio..oramai accantonate dal noto comico..le bufale sugli aiuti alla Grecia non sono 50 ma la metà e un prestito se torna torna con gli interessi...la bufala sul PIL che non crea lavoro la bufala sul PIL che in origine si chiamava costo interno lordo...mi chiedo ma chi gli fornisce queste bufale che evidentemente crede vere...
Tornando al senato mi pare ovvio abolire il bicameralismo perfetto..non lo è in tanti paesi..liberaldemocratici..non parlerei di democratici lo erano i paesi comunisti..abominio della razionalità..e losono le prigioni a cielo aperto ttipo Venezuela.. ringrazio da tempo di non aver avuto la sventura di votarli... buona giornata..

segnala commento inopportuno

"Un amico oramai britannico..dopo 10 anni mi ci sentirei pure io..mi dice con orgoglio mai ci entreremo nella euro."...

Eh già, questo dice tutto!

segnala commento inopportuno

Siamo in una fase di cambiamento talmente profonda che immagino la fine del 2014 neanche lontanamente parente del suo inizio, i movimenti e i partiti a livello europeo che sono apertamente contro questo tipo di unione europea germanocentrica e a favore di interessi privati ormai raccolgono sempre più favore in sempre più stati e si badi bene che non è il concetto di unione europea di per se a essere messo in discussione ma il modo fallimentare per i popoli , per le persone ad essere sempre di più in discussione , basta fare una carellata di questi articoli per rendersene conto:

http://www.ilnord.it/

L'europa che si era distinta a livello globale per la difesa dei diritti umani e personali dopo la moneta unica sta prendendo dei connotati sempre più foschi proprio mentre i paesi BRICS assurgono ad avere sempre più potere contrattuale e rilevanza economica e geostrategica, poi ognuno fa le proprie considerazioni, ho espresso il mio punto di vista

segnala commento inopportuno

Una renziana locale dell' ultima ora, Puppato, che ultimamente si guadagnata da Matteo Salvini il titolo di disonorevole per prospettare l' elimini nazione fisica degli indipendentisti sembra non sia stata inserita nelle lite per le elezioni europee. Puppato, puppattiana per diventare segretaria del PD e premier, una specie di Angela Merkel della Marca trevigiana, poi via via bersaniana, amica dei grillini, civatiana e per ultimo renziana, se Renzi abolirà il senato dove andrà? Un ' altra volta a Venezia o a Montebelluna o ritornerà a Crocetta del Montello?

segnala commento inopportuno

Facciamo il tifo per Renzi Fonzie! che sta tentando di dare una scossa al Paese nonostante le terribili resistenze dei conservatori che gufano contro il cambiamento persino dentro al suo stesso partito, persino nei sedicenti riformisti 5Stelle.
Lottiamo per gli Stati Uniti d’Europa, per l’euro, per il rigore dei conti lo sviluppo la responsabilità la pace. Non facciamoci intimidire dai seminatori di zizzania, dai demagoghi-populisti-complottisti, dai nazionalisti, dai cattivi maestri predicatori di sventure, da chi vuol riportare indietro le lancette della storia, da chi vuol fregare i giovani lasciando loro una eredità di debiti di caos e di sconforto.

segnala commento inopportuno

E' risaputo che i paesi che sono fuori dall'eurozona hanno una crescita economica maggiore e un recente rapporto del Fondo Monetario Internazionale sulle previsioni di crescita per il 2014 conferma questa tendenza.
E difatti secondo World Economic Outlook l'economia della Gran Bretagna nel 2014 e' destinata a crescere del 2.9%, un aumento leggermente superiore al 2.8% previsto per gli USA e superiore al 2.3% previsto per il Canada.

segnala commento inopportuno

Vero! esempio il Venezuela del tuo amato Maduro che, tra una inflazione e l'altra, passa il tempo sparando agli studenti.

Proprio spassoso, 'sto MarcoM...oltre che grande economista....

segnala commento inopportuno

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×