10/12/2018velature sparse

11/12/2018sereno

12/12/2018quasi sereno

10 dicembre 2018

Politica

Reddito di cittadinanza, chi può chiederlo

commenti |

Reddito di cittadinanza al via. Con l'approvazione della nota di aggiornamento del Def, con la quale il rapporto deficit/Pil è stato aumentato al 2,4%, possiamo dare ormai per certo che partirà dal 2019. Il governo, infatti, ha così le risorse a disposizione per introdurre il reddito di cittadinanza, e contemporaneamente riformare i centri per l'impiego, la Legge Fornero e applicare la flat tax. Concentriamoci, però, sul reddito di cittadinanza lo strumento con cui l'esecutivo Conte intende dare un sostegno a tutti i cittadini che vivono in una condizione di povertà.

 

Nel dettaglio chi avrà diritto al reddito di cittadinanza beneficerà di un contributo economico di 780 euro al mese, oltre a prendere parte a un progetto di reinserimento sociale e lavorativo, avviato dal centro per l'impiego, finalizzato alla ricerca di un posto di lavoro stabile. Progetto al quale sarà obbligatorio partecipare, oltre a dover dare la propria disponibilità a effettuare dei lavori utili alla comunità per almeno 8 ore a settimana. Chi non adempirà a questi doveri perderà il diritto al contributo economico.

 

Per quanto riguarda i requisiti ne sapremo di più una volta che i lavori per la Legge di Bilancio 2019 prenderanno ufficialmente inizio. Per il momento, comunque, le ultime indiscrezioni ci dicono che il contributo sarà riservato ai soli italiani con reddito inferiore agli 8mila euro l'anno. Molto probabilmente, invece, rischiano di esserne esclusi coloro che possiedono un immobile di proprietà. Ovviamente non è ancora il momento di fare domanda per il reddito di cittadinanza, né tantomeno per prenotarsi.

 

Secondo quanto dichiarato da Di Maio, infatti, il reddito di cittadinanza partirà da marzo 2019. Sarà da allora che ci si potrà iscrivere al centro per l'impiego per chiedere il riconoscimento di questo importante strumento per il contrasto alla povertà.

 

Commenta questo articolo


vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×