23/11/2017coperto

24/11/2017foschia

25/11/2017pioggia

23 novembre 2017

Castelfranco

Renzi a risparmiatori che lo contestano: “Io ci ho messo faccia, Bankitalia-Consob no”

L’ex premier era a Thiene ed ha trovato ad aspettarlo i soci di Popolare Vicenza e Veneto Banca

commenti |

CASTELFRANCO/MONTEBELLUNA - "Sulle banche non ho nessuna difficoltà a parlare, perché ci ho messo la faccia sulla riforma delle popolari, che ha permesso di far emerge tutte le schifezze fatte su questo territorio dai vostri banchieri e manager aiutati da Bankitalia e Consob, che non hanno vigilato, e in parte anche dalla politica".

Lo ha detto il segretario del Pd, Matteo Renzi, andando a parlare con alcuni risparmiatori di Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca, che lo avevano contestato al suo arrivo all'azienda Estel di Thiene. 

 

Renzi ha iniziato da Thiene la sua visita in Veneto, prima di ripartire da Vicenza con il treno di 'Destinazione Italia'. All'esterno del mobilificio, l'ex premier è stato accolto anche da un presidio di protesta dei risparmiatori della Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca. Erano una ventina di persone, con striscioni ('Governo Pd, hai rubato i nostri risparmi, ti ringrazieremo al voto') e fischietti. Presenti anche due famiglie no-vax. Una volta sceso dall'auto, Renzi ha voluto incontrare alcuni dei risparmiatori truffati, prima di entrare nell'azienda in cui era atteso per una visita.

 

"Vi hanno raccontato che il politico è colpevole e gli altri no - ha sostenuto - Ma ci sono persone che hanno preso milioni di euro e se ne sono andate. E tecnici che non hanno controllato". "La riforma delle popolari - ha aggiunto Renzi - la rivendico guardandovi negli occhi. E sulla questione del fondo, che ho chiesto si faccia dentro questa legge di bilancio, ci metto il cuore. Poi sono d'accordo sul fatto che chi ha sbagliato deve pagare". 

 

Leggi altre notizie di Castelfranco

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.925

Anno XXXVI n° 20 / 16 novembre 2017

VIGNETI E FITOFARMACI

“I pesticidi ci stanno uccidendo”. A Cappella Maggiore, due morti e sei malati di tumore in una strada: tra i vigneti e i campi, la malattia dilaga. E i cittadini denunciano

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×