15/10/2018nuvoloso

16/10/2018nuvoloso

17/10/2018pioviggine

15 ottobre 2018

Mogliano

Resta in carcere 33enne calabrese residente a Preganziol

Lavorava a Mogliano: per lui cinque provvedimenti disciplinari

commenti |

PREGANZIOL – I giudici hanno respinto la richiesta di modifica della misura restrittiva, ossia il carcere, per un 33enne calabrese residente a Preganziol e con lavoro a Mogliano. L’uomo, V.C., originario di Paola, è attualmente in carcere a Tolmezzo: quando viveva in Calabria sarebbe stato accusato di essere un killer della ‘Ndrangheta.

 

L’uomo ha sempre respinto l’accusa e ha chiesto il cambio della misura restrittiva, ma i giudici della Cassazione non sono stati dello stesso parere e per lui hanno confermato il carcere.

 

Di recente il 33enne è finito nel registro degli indagati per aver cumulato cinque segnalazioni relative ad altrettanti provvedimenti disciplinari per il comportamento tenuto in carcere.

 

Leggi altre notizie di Mogliano

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Mogliano

Dello stesso argomento

immagine della news

09/08/2017

Ricettazione, 50enne finisce in carcere

Venerdì scorso le forze dell'ordine hanno portato a Santa Bona un uomo residente a Mogliano, deve scontare una pena per fatti accaduti nel 2011

vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.944

Anno XXXVII n° 18 / 18 ottobre 2018

UNA FAMIGLIA SPECIALE

La famiglia speciale di Susanna e Tarcisio, che hanno accolto in casa Lucio e Antonio, gemelli cerebrolesi, Linda, neonata disabile, Eleonora, Manuela e Marco, facendoli diventare loro figli. Nonostante ne avessero già quattro…

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×