25/09/2017quasi sereno

26/09/2017quasi sereno

27/09/2017quasi sereno

25 settembre 2017

Vittorio Veneto

Riaperto l'asilo "Collodi" di Carpesica

commenti |

VITTORIO VENETO - “Riapriamo la scuola per l’infanzia di Carpesica” - commenta con soddisfazione il sindaco Roberto Tonon durante l’inaugurazione dei lavori - “E’ un edificio costruito nei primi decenni del secolo scorso, che questa amministrazione ha deciso di ristrutturare perseguendo una politica di riuso degli immobili, senza occupare suolo per costruirne di nuovi”.

 

Per prima cosa è stato fatto un intervento strutturale rispondente alla vigente normativa antisismica, intervenendo sulle fondazioni, sui muri portanti e sulle murature perimetrali, sui solai e sulla copertura affinchè, in caso di sisma l’edificio risponda in modo adeguato.

 

Sono stati inoltre adeguati tutti gli impianti compreso l’antincendio, sono stati fatti degli interventi sull’involucro dell’edifico per isolarlo e sono stati posti in opera pannelli solari termici per contenere i costi di esercizio ed usare fonti energetiche rinnovabili.

 

 

Inoltre, ora la scuola è accessibile da tutti, c’è una rampa esterna che consente di superare i pochi gradini del piano terra e poi c’è un elevatore che collegherà il piano terra con il primo piano.

 

L’area esterna è stata risistemata ed è stata sostituita la casetta di legno per i giochi in giardino.

 

Alcuni numeri: l'intervento di ristrutturazione costa al Comune complessivamente 460mila euro: i lavori sono stati eseguiti dall’impresa Nico Vardanega S.r.l. di Possagno che ha operato in ATI (Associazione Temporanea di Imprese) con la Dall'Agnol impianti S.r.l. di Arsiè (BL), avvalendosi anche di imprese subappaltatrici e diretti dall’ingegner Davide Marcon di Vittorio Veneto.

 

Commenta questo articolo


Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

L'Italia vuole dare il visto umanitario ai profughi per potersi muovere in Europa. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.920

Anno XXXVI n° 16 / 14 settembre 2017

NO. AL CANSIGLIO PRIVATO

Ecologisti in sciopero della fame contro le delibere regionali. La vendita dell’ex hotel San Marco, a loro giudizio, potrebbe de-statalizzare l’altopiano e la foresta. Un pericolo, per il territorio. E per la gente

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×