13 novembre 2019

Nord-Est

Ricatta imprenditore per presunte foto hard, arrestato

commenti |

commenti |

VERONA - I carabinieri di Bussolengo (Verona) hanno arrestato per estorsione, in flagranza di reato, un 47enne di Sirmione (Brescia), denunciando a piede libero il suo complice, un 46enne originario di Gavardo. E' stato un imprenditore bresciano a rivolgersi ai Carabinieri. L'estorsore l'aveva avvicinato poco tempo fa fingendosi un investigatore privato, sostenendo di poter svelare particolari scabrosi su una sua relazione extraconiugale, con tanto di fotografie scattate clandestinamente.

 

In cambio del silenzio e delle immagini, l'imprenditore aveva dovuto versare in più riprese un'ingente somma di denaro. Ma sabato scorso, prima di presentarsi all'appuntamento con il ricattatore, l'uomo si è fatto coraggio e ha denunciato la cosa ai carabinieri. I militari hanno pedinato la vittima, che aveva in tasca banconote per alcune migliaia di euro contrassegnate in precedenza. Arrivati in un bar in provincia di Brescia, hanno colto l'attimo della consegna del denaro al complice dell'estorsore, che poi è stato seguito fino a quando ha passato la somma al compare.

I soldi sono stati recuperati e restituiti all'imprenditore.

 

Dopo l'arresto i carabinieri hanno accertato che l'uomo non era un investigatore privato e non aveva alcuna foto compromettente. Era stato solo capace di cogliere la confidenza da una donna delusa dalla fine di una breve relazione con l'imprenditore, trasformandola in un'arma di ricatto.

 

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×