19/02/2018nuvoloso

20/02/2018nuvoloso

21/02/2018nuvoloso

19 febbraio 2018

Il ricordo dei defunti e le tombe abbandonate dei bambini

Categoria: Persone - Tags: cimitero san lazzaro, tombe bambini, assessore cabino, sinistra di manildo

immagine dell'autore

Mario Marangon | commenti | (15)

«Non vive ei forse anche sotterra, quando

gli sarà muta l'armonia del giorno,

se può destarla con soavi cure

nella mente de' suoi? Celeste è questa

corrispondenza d'amorosi sensi,

celeste dote è negli umani; e spesso

per lei si vive con l'amico estinto

e l'estinto con noi» (Dei Sepolcri, Ugo Foscolo)

 

Oggi e domani le festività dei Santi e dei Defunti. Festa sia dei credenti, ma anche degli atei, come lo era Ugo Foscolo. Come disse il Presidente Obama poche ore dopo la sua elezione: «L’America è il paese dei cattolici, degli islamici, degli evangelisti, degli ebrei, ma anche degli atei».

 

***

 

Cercando di evitare ogni retorica ricorrente in queste occasioni, ci piace segnalare quest’anno un «qualcosa di sinistra» dell’Amministrazione Manildo. Nel Cimitero cittadino di San Lazzaro sono state identificate circa 120 tombe abbandonate di bambini. Su alcune c’è un Dinosauro rovinato dal tempo, un’altra con una Croce di legno che le intemperie hanno spezzato e qualcuno ha raffazzonato con del nastro adesivo. Quasi tutte senza una candela, un fiore, un ricordo. Tombe abbandonate che nessuna «corrispondenza d’amorosi sensi» ri-porterà in vita il defunto.

 

***

 

L’assessore Anna Cabino del Comune di Treviso, ha interpellato fiorerie e vivai per poter mettere sulle tombe di questi bambini dimenticati, un fiore. Hanno risposto all’invito il Garden Center Pavan e il Garden Center Barbazza. Un «qualcosa di sinistra» si diceva. E se la sinistra non vuole snaturarsi è molto urgente che rievochi i propri principi e valori. Che dia «testimonianza» della sua diversità nelle cose concrete e non in raffinati discorsi da salotto.



Commenta questo articolo


Sinceramente questa iniziativa non mi pare proprio "di sinistra". Le ricordo che la festa di commemorazione dei defunti è una festa religiosa, religiosità che quelli di "sinistra" proprio non hanno!

segnala commento inopportuno

I morti, ancor più se bambini, non hanno colore politico. Le assicuro che, oserei dire, tutti quelli di sinistra sono cattolici. In effetti ha ragione perché nella filosofia di Marx l'ateismo non è un dettaglio anche se proprio i cattolici di sinistra hanno fatto passare la cosa come fatto di poco conto.

Volevo solo mettere in risalto, ma non ci sono riuscito, il fatto che questo atto dei fiori sulle tombe è del cuore, della passione, della pietà, del rispetto; caratteristiche che molti hanno, ma che la sinistra dovrebbe avere come atto di nascita. Tenga conto che molte tombe di quei bambini sono di axtra-comunitari.

segnala commento inopportuno

Ho sempre sospettato che Marangon avesse un cuore poetico e sensibile, questo credo gli faccia grande onore. Mi permetto di postare un video a memoria di uno dei più grandi intellettuali di sinistra che l'italia può vantare di aver avuto, al 39° anniversario della sua morte nell' ultima intervista se ne ricorda lo spessore culturale, quando parlava dell'abominio culturale introdotto dal capitalismo.

In memoria:

https://www.youtube.com/watch?v=XG9OqIQHb2U

segnala commento inopportuno

E’ evidente che metter un fiore su una tomba disadorna è gesto né di dx né di sin ma semplicemente di cristiana, anzi (per i laici) di umana pietà. Il che nulla toglie alla nobiltà d’animo di chi l’ha pensato e soprattutto realizzato.

Il buon Mario si è lasciato un po’ trascinare dalle proprie affinità elettivo-elettorali. Nel suo intimo si aspetterebbe che “cuore , passione, pietà e rispetto” potessero essere stati e possano essere “atto di nascita della sinistra”e magari esclusivo appannaggio.

Rispetto il tuo onesto sentimento Mario ma non credi che “cuore, passione, pietà e rispetto” più che d’un partito debbano invece essere atto di nascita di chiunque di noi, grumi di cenere rappresa in forma umana, destinati a fugace avventura terrestre ed a una più duratura dimensione ultraterrena (per i credenti)?

segnala commento inopportuno

Buongiorno Denisio. La brava gente è di tutti i colori politici, ma se cattolici e sinistra "testimoniassero" CON I FATTI quello che dicono, ci sarebbe la Pace planetaria. Una coerenza fanatica sarebbe dannosa, ma qualche piccolo atto (come un fiore sulla tomba di un bambino) è necessario.

Manildo è un cattolico, ma non uno di quelli ottusi, ma aperto ad un vera spiritualità.

Accidenti a Pasolini... I suoi scritti e le sue interviste sono state TUTTE profezie. Ha anticipato 50 anni prima quello che oggi è vita quotidiana. E le sue profezie sulle "strade senza ritorno" mi annichiliscono.

segnala commento inopportuno

Oggi tutti santi! per una volta mi sembra siamo tutti daccordo.
Sembrerebbe che ora a quasi quarant'anni ci siano degli elementi che legano un esponente particolare della destra italiana (e il Libano) e la riesumazione di un'inchiesta riguardo la morte di P.P.P.

verità scomode non permettono alla giustizia di fare il suo corso, tema molto attuale.

http://contropiano.org/cultura/item/27259-pasolini-quaranta-anni-dopo-l-omicidio-riaprire-l-inchiesta

segnala commento inopportuno

Sul fiore che una mano pietosa ha posto su delle tombe dimenticate (questo era il tema del blog), un tuo commentatore qui sopra è riuscito ad introdurre il caso P.P.P. e "l'abominio culturale introdotto dal capitalismo".
Non hai nulla da obiettare, Mario?


segnala commento inopportuno

Un fiore sulla tomba di un bambino.
Cosa c'entra la politica?
Anche l'Amore ha un colore politico?
Sono sempre più convinto che è difficile, se non inutile, parlare di cose serie.

segnala commento inopportuno

@CArlo sommo Piasentin: Forse lei si riferiva al mio intervento, quasi certamente insieme al Bastanzetti vi riferivate al mio intervento, allora io mi permetto di rispondere.
Lungi da me non aver pensato a voi come baby-boomer's ma assai meno lungi da me aver immaginato all' effetto che può avere su un giovane la frase:

"Sono sempre più convinto che è difficile, se non inutile, parlare di cose serie"

"di cattivo gusto introdurre nel post.....l'abominio culturale introdotto dal capitalismo".



immagino nascere tali considerazioni di sifatta spocchia e snobbismo da un probabile comun denominatore ossia che la qualità dell'argomento politica sia simile a quella di uno spot o meglio di uno sport elettivo o ancora a quella di uno spot di uno yogurt, nella migliore delle ipotesi.

Posso immaginare come vi abbiano condito le idee su certi argomenti, ma non voglio trarne facili conclusioni, non tutti sono così vulnerabili.

Ad esempio c'era (nel link) e forse c'è ancora chi pensa che la politica sia la suprema delle virtù che un uomo possa avvicinare e che essa sia contigua con la letteratura, con la poesia, con l'arte etc....con la vita.
Quindi ben lungi da me incitarvi all'impegno se ritenete che "la pialla" (come diceva totò) argomento del post debba avere la supremazia su tutto ciò, io grazie a DIo ancora non sono arrivato a una simile conclusione e mi permetto di concludere con una citazione:

" ..... "




segnala commento inopportuno

Non mi riferivo al suo commento, sia da solo che assieme a Bastanzetti, con tutto il rispetto, riesco ancora ad essere autosufficiente (forse per poco data l'età).
Io sono un semplice, o almeno mi ritengo tale.
Sono sempre più convinto che è difficile, se non inutile, parlare di cose serie. Questo lo ribadisco dopo aver letto il suo commento, che, mi scusi non riesco o forse non voglio capirlo (Ah! l'età).
Anche per questo mi rifugerò sempre più nell'ironia.

P.S. - È bello e saggio firmare con il proprio nome le
piccole o grandi convinzioni.

segnala commento inopportuno

Grazie per la risposta, avevo avuto l'impressione che vi riferiste a me ma non importa. Credo che ogni persona sia semplice e complessa allo stesso tempo, stupida e intelligente allo stesso tempo, colta e ignorante allo stesso tempo quindi l'ironia può nascere dall'essersi accorti che le etichette sono sempre coperte troppo corte per essere prese con serietà.
La saluto e le auguro lunga vita sig. Piasentin.

Denis

segnala commento inopportuno

Egregio "Quasi Sommo Poeta" grazie al cielo la politica c'entra sempre. E le assicuro che se lei, Piasentin, non si occupa di politica, di sicuro la politica si occupa di lei. Le chiedo: l'Amore ha appartenenza religiosa? I cattolici credono che solo la fede e Gesù abbiano amore.

L'amore è un "mito" tanto confuso e incerto che Hitler amava i suoi cani, ma molto meno gli ebrei.

O Sommo, UNICEF oggi ha pubblicato i dati che ogni 5 minuti muore un bambino. Questione politica o muoiono di raffreddore?

BASTANZETTI: Sì. Alcuni principi e valori dovrebbero essere della specie e non di una sponda politica. Ma i tromboni della sinistra parlano sempre di uguaglianza, solidarietà, svantaggiati, oppressi, pace. Ne parlano sempre a vanvera e a vuoto e quindi, permettermi Michele, quando fanno un qualcosa sia pure di "simbolico" mi sorprende.

Credo che Denisio abbia richiamato PPP perché giusto ieri era l'anniversario della sua morte: 2 novembre 1975.

Concordo con PPP sul massacro "culturale" della civiltà post-industriale e post-capitalistica praticato dal capitalismo. Come sistema economico, invece, ha dimostrato di essere l'unico a creare benessere e ricchezza sapendola coniugare con la libertà.

P.S.: Che nel pensi del fatto che il 2 gennaio la Provincia dovrà "tagliare" 190 lavoratori su 600? (Tribuna di ieri). Molti Comuni hanno già dichiarato che vorrebbero assorbire gli "esuberi" ma non hanno soldi per pagarli.

segnala commento inopportuno

Esimio Signor Marangon le rispondo che l'Amore é Amore e a mio modestissimo avviso non ha appartenenza raligiosa, altrimenti gli atei non potrebbero amare.
La sua affermazione sui cattolici è, sempre a mio modestissimo avviso, completamente sbagliata. Io sono cattolico e non ho mai pensato quanto lei afferma.
Pertanto ribadisco quanto ho commentato precedentemente.
Mi stia bene.

segnala commento inopportuno

Divisione fra buoni e cattivi ma chi decide da quale parte uno stà? Se porto fiori in una tomba che non ne ha, sono di sinistra come di sinistra sono se ho rispetto, solidarizzo faccio la carità e aiuto il prossimo. Quindi posso pensare che chi va in chiesa (i buoni? Renzi è cattolico) i Santi sono di sinistra e allora non capisco come la sinistra alle elezioni sia al 30%. Se bevo ombre e graspa sono alpino (e i marinai che si ubriacano?). Se l’ho duro sarei stato di Bossi per cui tutti gli anziani con problemi di erezione erano-sono di destra o sinistra?. Chi fotte si diceva essere di sinistra ma allora con tutti quei DC che avevano l’amante come la mettiamo? Chi ruba è di destra e quelli di sinistra che rubano dove li mettiamo ?
Sto pensando se mi conviene morire di sinistra o di destra. C’è qualcuno che conosce cosa c’è di LA’ e mi può dare qualche suggerimento?

segnala commento inopportuno

Da oggi, quando andrò in cimitero a portare i fiori ai miei cari, non mancherò di toglierne uno dal mazzo e poggiarlo su una tomba sguarnita, di chiunque essa sia.

segnala commento inopportuno

vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.929

Anno XXXVII n° 3 / 15 febbraio 2018

SI. CUCINO GLI INSETTI

Benvenuti nella cucina di Roberto. Dove le larve di caimano prendono il posto delle verdure pastellate e i muffin vengono prodotti con farina di grilli. Perché dato che forse sarà questo il cibo del futuro, tanto vale iniziare a sperimentare. E gustare

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×