17 settembre 2019

Treviso

Rimane incinta e scopre di avere il cancro: rifiuta chemio invasiva per far nascere la figlia e muore a 29 anni

Dolore a Treviso per la morte di Glory Obibo. Lascia il marito Samuele e la piccola Greta

commenti |

TREVISO - Ha messo al mondo la sua piccola Greta e dopo tre mesi è morta, stroncata da un male contro cui ha lottato per tutta la gravidanza. Lutto a Treviso per la morte di Glory Obibo, 29enne di origine nigeriana arrivata nella Marca molto tempo fa e sposata con Samuele Nascimben.

 

I due dopo il matrimonio avevano deciso di avere un figlio e lo scorso anno era arrivata la lieta notizia: Glory era incinta. La felicità però è durata poco perché solo dopo un mese dall’inizio della gravidanza i medici hanno diagnosticato alla ragazza un tumore. Purtroppo la chemio tradizionale sarebbe stata nociva per il feto e per questo la donna ha deciso di sottoporsi a una cura meno invasiva.

 

La gravidanza è andata a buon fine e tre mesi fa è nata Greta, una bambina sana. Per Glory invece non c’è stato nulla da fare e dopo tre mesi dalla nascita della piccola, la neomamma è morta. La 29enne è spirata domenica e domani, venerdì, si terrà un corteo funebre che partirà alle 10 dalla casa dei Gelsi di Treviso per giungere alla chiesa di Dosson dove alle 10.30 si celebrerà il funerale.

 

Leggi altre notizie di Treviso

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Treviso
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×