21/09/2017sereno

22/09/2017quasi sereno

23/09/2017parz nuvoloso

21 settembre 2017

Volley

RIMONTA SISLEY, VITTORIA AL TIE-BREAK

Al Palaverde cadono i campioni d'Italia, seconda vittoria in campionato per gli orogranata

Volley

TREVISO - La Sisley volley nella 3ª giornata del campionato serie A/1 supera al Palaverde per 3-2 (22-25, 21-25, 25-21, 30-28, 15-12) i Campioni d'Italia della Brebanca Lanutti Cuneo. Per la formazione orogranata è la seconda vittoria in campionato.

PRIMO SET- La Sisley volley comincia con il piede giusto di fronte ad un Palaverde gremito per una delle classiche del campionato: 3-1 con Horstink, allungo stoppato però dagli ace di Volkov e Grbic (4-5). Cuneo con Patriarca allunga sul +2 (5-7) e poco dopo sul +4 (8-12) grazie a Nikolov. Gli orogranata spingono al servizio e rosicchiano parte del gap (12-13): Fei avrebbe la palla del pareggio ma l'opposto spara out (12-14). L'operazione rimonta è completata da Horstink (14-14) e da un errore di Nikolov (15-14) che attacca e centra l'astina.

La Brebanca fortunosamente centra l'ace del 15-16, tenta di allungare (17-19) ma lo strappo viene ricucito da Horstink (19-19). La Brebanca, cinica, sfrutta e punisce ogni errore dei padroni di casa (19-21) costretti sempre ad inseguire. Sul 21-23 l'errore di Fei provoca il 21-24 piemontese che di fatto consegna il set ai piemontesi (22-25).

SECONDO SET- La partita prosegue su binari di grande equilibrio (5-5): gli orogranata trovano il break a ridosso del primo time out tecnico (8-6) e con un muro di Maruotti su Nikolov allungano sul +3 (10-7). In questa fase Sisley riscopre Farina, fondamentale in ricezione, ritrova Fei e vola a +4 (14-10). La Brebanca, sorniona, rimonta e riacciuffa la parità sul 16-16 grazie anche ad una contestata invasione fischiata a Pujol in un contrasto a rete con Patriarca.

Cuneo centra il sorpasso (18-21) anche grazie ai colpi in servizio del lettone Peda: la formazione di coach Giuliani domina e con il muro di Nikolov su Kovar (19-23) ipoteca il parziale. La formazione ospite chiude il set sul 21-25.

 

Una fase del match contro Cuneo (FotoSartori)

                                                                                                                                                                     

TERZO SET- La squadra di casa gioca il tutto per tutto e parte bene e va sul 3-1: tutto è vanificato da due errori di Pujol ed Horstink che scaglia fuori. Nella fila di Cuneo, fin qui concentrata e attenta, sembra manifestarsi qualche crepa: in questa fase la Sisley vola sul +5 (12-7) grazie soprattutto al muro trevigiano e a un ace di Bjelica. L'ex di turno, Carletti, frena l'inerzia trevigiana con l'ace del 12-9 ma la Sisley è inarrestabile e riprende margine (14-9). Gli errori in serie degli orogranata riportano in partita la Brebanca (18-17) che però capitola definitivamente nel finale (20-17). La squadra di coach Piazza conquista il terzo set per 25-21.

QUARTO SET- Cuneo parte a mille con un 4-0 favorito dal servizio di Parodi. Sul 2-7 gli orogranata abbozzano la rimonta (4-7) ma la Brebanca non molla di un centimetro (4-9). La Sisley si scuote con l'ace di Fei (6-9) ma poco dopo a lui replica sempre al servizio Parodi (6-11): tutto da rifare. La Brebanca dilaga (7-14) e può gestire l'ampio vantaggio acquisito.

Sul 9-16 i padroni di casa firmano un break di 6-1 che riapre la contesa grazie ai turni di battuta di Boninfante e Bjelica (15-17). La chiave del match è nell'errore di Horstink che getta alle ortiche la palla del -1 (16-19).

Il clamoroso pareggio arriva sul 20-20: il primo tempo sbagliato da Fortunato regala poi il vantaggio alla Sisley (21-20). Il set si decide ai vantaggi: sul 24-24 Fei prima mura Parodi, poi sfiora l'ace. Le emozioni si susseguono con la Sisley che spreca una lunga serie di occasioni per portare la gara al tie break. Decide il muro di Fei su Nikolov, 30-28, si va al tie break.

TIE BREAK- La partita prosegue sempre all'insegna dell'equilibrio (3-4) con la Sisley a trovare il vantaggio sul +2 con un attacco di Horstink ed un ace di Fei (6-4). La Sisley allunga sul +3 con De Togni che mura Parodi (8-5); la reazione piemontese però non si fa attendere: torna a -1 (8-7) con Volkov e Grbic.Sull'11-9 Fei firma il +3 (12-9) e l'ipoteca sul match.

SPOGLIATOI - A fine gara coach Roberto Piazza ha detto: «Era un incontro che abbiamo voluto vincere a tutti i costi -l'analisi del tecnico parmense - tirando le somme penso che abbiamo regalato un set, il secondo, a Cuneo quando eravamo avanti 15-11, lasciando agli avversari dei punti facili.

In questo momento della stagione queste situazioni ci possono anche stare, anche se forse potevamo arginarle meglio.

Papi? Ci ha dato il suo grande contributo fatto di esperienza e mestiere, oggi lui era la soluzione giusta al momento giusto, tra l'altro ha fatto due ace che penso non ripeterà più...scherzi a parte, ci ha aiutao a fare la differenza».

 

Altri Eventi nella categoria Volley

Megan Easy ieri al Palaverde
Megan Easy ieri al Palaverde

Volley

La Easy mercoledì al Palaverde per iniziare gli allenamenti con le Pantere dell'Imoco volley dopo una stagione in Cina

Megan torna "a casa"

CONEGLIANO - Mercoledì al Palaverde è stata la giornata del grande ritorno di Megan Easy, di nuovo Pantera dopo la fortunata stagione 2015/16 culminata con il primo storico scudetto dell’Imoco Volley.

Volley

L'iniziativa è lanciata dalla Energym, società attiva a Breda, Maserada e Ponte di Piave

Minivolley, al via corsi gratuiti

MASERADA - La società Energym, presente nei comuni di Maserada sul Piave, Ponte di Piave e Breda di Piave, per festeggiare i 10 anni di attività lancia un  progetto per promuovere la pallavolo sul territorio.

coach Daniele Santarelli
coach Daniele Santarelli

Volley

Intervista all'allenatore delle Pantere alla vigilia della stagione, in attesa delle nazionali

Coach Santarelli: «Vi spiego la mia Imoco»

TREVISO - All'inizio della terza settimana di preparazione precampionato, coach Daniele Santarelli con il suo staff tecnico sta "torchiando"  le sue atlete, in attesa di avere la squadra al completo con l'arrivo delle straniere e delle nazionali. Ecco le sue impressioni. 

...

Commenta questo articolo


Le società Sportive

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

L'Italia vuole dare il visto umanitario ai profughi per potersi muovere in Europa. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.920

Anno XXXVI n° 16 / 14 settembre 2017

NO. AL CANSIGLIO PRIVATO

Ecologisti in sciopero della fame contro le delibere regionali. La vendita dell’ex hotel San Marco, a loro giudizio, potrebbe de-statalizzare l’altopiano e la foresta. Un pericolo, per il territorio. E per la gente

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×