21 novembre 2019

Vittorio Veneto

La rinascita della via veneta della seta

La lavorazione della seta contro lo smog. Convegno a Godega venerdì 26 febbraio

commenti |

commenti |

VITTORIO VENETO/GODEGA DI SANT'URBANO -  Si terrà venerdì 26 febbraioal Palaingresso Godega Fiere alle 20.30, il convegno "La via veneta della Seta",  per analizzare il rilancio della bachicoltura in Veneto. Verranno valutate le opportunità economiche ed industriali offerte dall’ allevamento e dalla lavorazione del baco da seta e saranno vagliate le possibili iniziative per riavviare la sericoltura nella Regione. La Provincia di Treviso fino a trenta anni fa rivestiva il ruolo di leader in Italia nella produzione della seta. L’interruzione di questa pratica fu causata principalmente da un principio attivo utilizzato nei frutteti trentini che, trasportato dal vento, arrecava danno ai gelsi del territorio trevigiano che sfamavano i bachi da seta.

 

Ora si torna a parlare di bachicoltura. Perché? Un tessuto industriale italiano stanco di lavorare con seta scadente proveniente dalla Cina e un aumento massiccio dei livelli di inquinamento nell’ aria sono due tra le cause presenti. La coltivazione dei gelsi, le cui foglie sono l’alimento base per l’allevamento dei bachi da seta, potrebbe essere un primo passo verso la risoluzione del problema smog. L’industria serica si applica a svariati campi: dall’abbigliamento alla cosmetica alla medicina. Anche questo aspetto porta valutazioni positive sulle opportunità economiche ed industriali che questo tipo d’industria può offrire nuovamente, ricordando che fino ai primi decenni del XX secolo l’allevamento del baco e la lavorazione della seta hanno portato una significativa fonte di reddito. Durante il convegno saranno altresì presentate le misure del PSR (Piano di Sviluppo Rurale) che possono essere utilizzate per sostenere gli agricoltori nella trasformazione aziendale verso la gelsibachicoltura e si svilupperà un confronto sull’apporto dell’industria, in particolare tessile, per la rivitalizzazione del settore manifatturiero. Il tutto sarà affrontato tenendo sempre in considerazione l’aspetto etico ed ambientale del progetto. La lavorazione della seta e la bachicoltura possono o meno contribuire alla realizzazione di prodotti per la moda sostenibile e a sperimentare modelli sociali basati sulla solidarietà e l’inclusione sociale?

 

Il promotore coordinatore e moderatore del convegno sarà Pietro Pin. L’evento è promosso da: Comune di Godega S.U., Regione Veneto, Provincia di Treviso, CCIAA Treviso in collaborazione con il "Museo del Baco da Seta" di Vittorio Veneto.

 

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

immagine della news

16/12/2009

DOV'E' FINITO IL BACO?

Il mistero del museo del baco da seta è degno di un'indagine. Parola di... biologo genetista

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×