12 novembre 2019

Vittorio Veneto

Ritrovati negli Usa gli antichi Statuti di Ceneda

La scoperta è del vittoriese Massimo Della Giustina

Claudia Borsoi | commenti |

Claudia Borsoi | commenti |

 

VITTORIO VENETORitrovati gli antichi Statuti di Ceneda, codice quattrocentesco che ha regolato, con le sue leggi, la vita nella comunità cenedese fino alla caduta della Repubblica di Venezia. Non se ne avevano più notizie dal primo dopo guerra.

 

Il ritrovamento è stato fatto dal vittoriese Massimo Della Giustina, 30enne laurea in medicina e una passione per la storia medioevale (in foto), che ha voluto a riguardo scriverne un libro per narrarne la storia fino a giorni nostri. Copia, in pelle e bronzo identica all’originale e finanziata dal Circolo Vittoriese di Ricerche Storiche, sarà donata alla diocesi di Vittorio Veneto.

 

«Il codice fu voluto dal vescovo Pietro Lion nel 1474 – spiega Della Giustina - Il presule ordinò che dovesse essere collocato, per la libera consultazione di chiunque, nella sacrestia della cattedrale di San Tiziano, assicurato ad una robusta catena di ferro. La redazione voluta dal Lion ed aggiornata dal Trevisan, suo nipote e successore nel soglio cenedese, restò di fatto in uso sino alla morte dell’ultimo vescovo-conte, Lorenzo da Ponte, nel 1768. Con l’arrivo della Serenissima furono poi redatti dei nuovi statuti che restarono in vigore sino alla caduta della Repubblica nel maggio del 1797». Un codice che racchiudeva regole sulla celebrazione delle festività, sull’agricoltura, sul porto delle armi, disposizioni sulle costruzioni di case e altro ancora, una sorta di codice civile e penale moderno.

 

Di questo codice non si avevano più notizie da quasi un secolo e due anni fa, dopo circa tre anni di ricerche, il ritrovamento è stato fatto dal vittoriese all’interno di una collezione di una biblioteca statunitense. Ora la sua trascrizione e contestualizzazione, in dettaglio anche tutte le fasi del ritrovamento, sono al centro del volume “Statuti di Ceneda: il codice originale del 1471 con le addizioni e le aggiunge sino al 1609” di Della Giustina con saggi di Pier Carlo Begotti e Luigi Zanin che sarà presentato venerdì 9 giugno alle 20.30 nel seminario di Ceneda.

 



Claudia Borsoi

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×