23/07/2018parz nuvoloso

24/07/2018quasi sereno

25/07/2018quasi sereno

23 luglio 2018

Politica

Rousseau hackerato: online dati di iscritti e parlamentari

commenti |

Rousseau, il sistema operativo del Movimento Cinque Stelle che gestisce le votazioni online e nel quale sono custoditi i dati di iscritti, parlamentari e donatori è finito di nuovo nel mirino degli hacker. Dopo la rivelazione, qualche giorno fa, da parte di un hacker, della presenza di falle nella sicurezza del sistema operativo, un account Twitter, @rogue0, si è intrufolato nella piattaforma, pubblicando dati sensibili come prova dell'avvenuto hackeraggio.

Tramite alcuni tweet, rogue0 ha linkato diverse tabelle nelle quali sono elencati decine di indirizzi mail, i nomi dei donatori e le cifre versate, ma anche dati di iscritti e parlamentari, compresi i loro indirizzi mail privati. L'hacker sembra lanciare una vera e propria sfida a Beppe Grillo, facendogli notare come Rousseau sia tutt'altro che sicura: "It's too easy play with your votes" scrive, troppo facile giocare con i vostri voti, annunciando che "niente è al sicuro".

E pensare che prorio ieri, dopo il primo attacco hacker, era stato lo stesso blog di Grillo ad assicurare ai propri utenti di aver messo in atto: "tutte le azioni necessarie per impedire il ripetersi di intrusioni informatiche come questa".

 

Commenta questo articolo


vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.940

Anno XXXVII n° 14 / 26 luglio 2018

DAI "LAGER" LIBICI A VITTORIO VENETO

Se questo è un uomo. Imprigionati, torturati, uccisi o venduti come schiavi. Le testimonianze dei sopravvissuti ai campi di concentramento in Libia arrivati a Vittorio Veneto

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×