25/09/2017parz nuvoloso

26/09/2017sereno

27/09/2017quasi sereno

25 settembre 2017

Esteri

Rubano foto su Instagram, centinaia di donne su sito porno a loro insaputa

commenti |

Centinaia di donne, quasi tutte residenti nella cittadina irlandese di Cork, hanno scoperto di essere state derubate di alcune foto pubblicate su Instagram in profili pubblici e privati e rese protagoniste nel corso degli anni - a loro insaputa e loro malgrado - di un sito porno.

 

A riportare l'inquietante notizia è l'Irish Mirror. Una scoperta scioccante per le vittime, che hanno denunciato agli inquirenti il sito, ora oscurato, e che temono ripercussioni su vita privata e lavoro. Al suo interno, oltre ad alcuni fotomontaggi dei volti delle ignare donne su corpi nudi, anche foto che ritraevano le ragazze in pose prive di malizia e in circostanze del tutto ordinarie.

A corredo delle immagini rubate, alcuni commenti inneggianti allo stupro. A spaventare in particolar modo le vittime, il fatto che sulle didascalia ne sia indicata l'esatta provenienza geografica e che le foto siano state rubate nel corso degli anni e che in alcuni casi le ritraggano quando ancora erano minorenni. Tra le foto, anche un fotomontaggio del volto di una 11enne su un corpo senza veli.

 

Commenta questo articolo


Dello stesso argomento

immagine della news

11/02/2014

Ma quello è un pene!

Rainews (per sbaglio) trasmette il trailer – non ripulito – di Nynphomanic. Ed è subito sesso (vero)

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.920

Anno XXXVI n° 16 / 14 settembre 2017

NO. AL CANSIGLIO PRIVATO

Ecologisti in sciopero della fame contro le delibere regionali. La vendita dell’ex hotel San Marco, a loro giudizio, potrebbe de-statalizzare l’altopiano e la foresta. Un pericolo, per il territorio. E per la gente

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×