10 dicembre 2019

Vittorio Veneto

RUBAVA RAME IN CIMITERO: CONDANNATO A TRE ANNI

Renato Sandre era stato sorpreso con trenta chili di rame rubati dal cimitero di San Giacomo di Veglia

| commenti |

| commenti |

RUBAVA RAME IN CIMITERO: CONDANNATO A TRE ANNI

Vittorio Veneto - Renato Sandre, 45enne di Orsago, è stato condannato ieri in tribunale a Conegliano a tre anni di reclusione con l'accusa di furto e ricettazione.

Il gennaio dello scorso anno l'uomo era stato sorpreso dalla Polizia Stradale con trenta chili di rame rubati dal cimitero di San Giacomo di Veglia.

Sandre era stato fermato a bordo del suo mortorino, sul quale stava trasportando le condotte di rame sottratte da una cappella e da una tomaba di famiglia.

E' stato poi scoperto che anche il motorino risulatava rubato, acquistato o ricevuto da ignoti: esso era infatti il bottino del furto commesso il 16 luglio 2007 ai danni di un cittadino di Tarzo.

Ieri in tribunale il giudice Angelo Mascolo ha condannato l'uomo a un anno di reclusione e 250 euro di multa per il furto del rame e a due anni di reclusione e 516 euro di multa per la ricettazione.

 

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×