15/10/2018variabile

16/10/2018coperto

17/10/2018nuvoloso

15 ottobre 2018

Economia e Finanza

Ryanair si arrende: riconosce i sindacati

commenti |

Ryanair riconosce i sindacati dei piloti con l'obiettivo di evitare caos nei voli e disagi ai clienti nel periodo natalizio. In una nota la compagnia annuncia di avere scritto ai sindacati di categoria in Irlanda, Uk, Germania, Italia, Spagna e Portogallo "invitando ciascuno di loro a colloqui per riconoscere questi sindacati come rappresentativi dei piloti in Ryanair in ciascuno di questi Paesi, purché essi stabiliscano dei Comitati di piloti Ryanair per discutere dei problemi di Ryanair". Questo perché Ryanair "non si confronterà con piloti che volano per compagnie concorrenti in Irlanda o in qualunque altro luogo", spiega il comunicato.

Ryanair "cambierà la sua politica di lunga data di non riconoscimento dei sindacati per evitare ogni minaccia di interruzione del servizio ai suoi passeggeri e ai suoi voli da parte dei sindacati dei piloti durante la settimana di Natale".

La compagnia chiede perciò a questi sindacati di interrompere lo sciopero proclamato per mercoledì 20 dicembre "in modo che i nostri clienti possano aspettarsi di tornare a casa per Natale senza la minaccia o la preoccupazione di scioperi dei piloti".

“I voli di Natale sono molto importanti per i nostri clienti - spiega il ceo di Ryanair Michael O’Leary - e vogliamo rimuovere ogni preoccupazione che possano essere scombussolati dall'agitazione dei piloti la prossima settimana". La compagnia ha deciso di trattare con i sindacati "perché mettiamo le esigenze dei passeggeri al primo posto".

Se per realizzare questo obiettivo la compagnia deve riconoscere i sindacati dei piloti "siamo pronti a farlo" dice O’Leary. "Il riconoscimento dei sindacati è un cambiamento significativo per Ryanair, ma - prosegue - abbiamo realizzato cambiamenti radicali anche prima, mentre di recente abbiamo lanciato i Ryanair Labs e il nostro programma per il miglioramento dei servizi ai clienti Always Getting Better che ha avuto grande successo nel 2013".

Il confronto con i sindacati, ricorda il ceo, avverrà attraverso "strutture nazionali riconosciute e noi speriamo e ci attendiamo che su queste strutture ci sia l'accordo con i piloti all'inizio del nuovo anno".

"Viva soddisfazione" esprime Giuseppe Santoro Passarelli, presidente dell’Autorità di garanzia sugli scioperi. "Credo si tratti di una scelta di buon senso e di civiltà - afferma - perché l’instaurazione di relazioni industriali efficienti risponde ad un principio di apertura e di dialogo, senza il quale si sarebbe rischiato di tornare ad anni bui del diritto del lavoro, senza garanzie e tutele adeguate per i lavoratori".

L’auspicio adesso, conclude Passarelli," è per un confronto serrato e costruttivo, che tenda ad evitare il conflitto anche a tutela dei diritti dei passeggeri". SCIOPERO REVOCATO - L'Anpac ha revocato lo sciopero previsto per oggi dalle 13 alle 17. Lo annuncia il sindacato dei piloti dopo la lettera inviata questa mattina dal capo del personale di Ryanair Eddie Wilson che riconosce all'Anpac il ruolo di interlocutore sindacale. "E' un primo importantissimo passo, generato sicuramente dalla compattezza dimostrata dal personale, dalla solidarietà ricevuta da tutte le associazioni professionali europee e dalle dure prese di posizioni dei ministri Calenda, Paoletti e Delrio a difesa della legalità e dei diritti costituzionali dei lavoratori che operano in Italia", spiega il sindacato che ha dunque accolto, in una lettera di risposta al vettore irlandese, "favorevolmente l’apertura al dialogo ed il riconoscimento della rappresentanza dei Piloti chiedendo che lo stesso venga fatto anche per la categoria degli Assistenti di Volo, anch’essi ampiamente rappresentati in Italia".

 

Commenta questo articolo


vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.944

Anno XXXVII n° 18 / 18 ottobre 2018

UNA FAMIGLIA SPECIALE

La famiglia speciale di Susanna e Tarcisio, che hanno accolto in casa Lucio e Antonio, gemelli cerebrolesi, Linda, neonata disabile, Eleonora, Manuela e Marco, facendoli diventare loro figli. Nonostante ne avessero già quattro…

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×