30/04/2017quasi sereno

01/05/2017piovaschi e schiarite

02/05/2017sereno con veli

30 aprile 2017

Ryder Cup 2022, 40 mln da accordo con Infront, 'ora basta polemiche'.

Altri Sport

Roma, 13 apr. (AdnKronos) - "Il futuro del golf italiano sarà radioso, forse siamo arrivati al punto in cui i dubbi potrebbero essere finiti. Con questo accordo stiamo costruendo un ponte per il golf futuro che non avrà precedenti in Italia". Il presidente della Federgolf, Franco Chimenti ha aperto così il suo intervento, visibilmente soddisfatto, durante la presentazione dell'accordo di undici anni con Infront da 40 milioni di euro.

Un accordo che punta nelle intenzioni di entrambe le partiti a rafforzare e rilanciare l’immagine del golf in Italia puntando su marketing, eventi, innovazione digital e sviluppo commerciale. Il contratto è stato sottoscritto questa mattina a Roma tra la Federazione Italiana Golf e Infront Sports & Media società del Gruppo Wanda alla presenza di Franco Chimenti, Presidente Coni Servizi e Federazione Italiana Golf; Gian Paolo Montali Direttore del Progetto Ryder Cup 2022 e Direttore Tecnico delle Squadre Nazionali FIG, Luigi De Siervo, Amministratore Delegato di Infront Italy e con l’intervento di Giovanni Malagò, Presidente Coni.

Prima della presentazione dell'accordo era intervenuto sul'argomento Ryder Cup anche il Ministro dello Sport. "Mi auguro che le polemiche finiscano e che si possa spiegare l’importanza economica, culturale e turistica di un evento come la Ryder Cup, che è il terzo al mondo per spettatori dopo Olimpiadi e Mondiali di calcio, e finalmente si possa poi parlare dell’organizzazione", ha detto Luca Lotti, dopo il via libera da parte del governo alla garanzie per l’organizzazione della Ryder Cup 2022. "E’ una promessa mantenuta per il nostro paese e sono contento che un evento di questa portata possa tenersi in Italia", ha aggiunto Lotti. Il Ministro a proposito delle polemiche da parte di alcune forze politiche ha spiegato: "Chi le fa non conosce i numeri o ha fatto confusione su cifre che sono certe e spiegazioni chiare".

Soddisfazione è stata espressa anche dal presidente del Coni Giovanni Malagò: "La Ryder Cup rappresenta per l’Italia una novità assoluta nel panorama dei grandi eventi sportivi e porterà ancora più interesse mediatico per il nostro Paese. Si tratta di una grande opportunità per tutto lo sport italiano, anche alla luce dell’occasione mancata con la candidatura olimpica di Roma 2024. Dobbiamo essere molto contenti per il risultato ottenuto. La sigla dell’accordo con Infront chiude un percorso che ha visto l’impegno del Governo e in particolare del Ministro dello Sport Luca Lotti, a cui va il mio ringraziamento".

"Arrivare all’assegnazione della Ryder Cup è stata un’arrampicata quasi impossibile -ha proseguito Franco Chimenti- ma ora finalmente siamo arrivati a un punto tale da poter dissipare tutti i dubbi: il futuro del golf sarà radioso. Il fatto che un colosso internazionale come Infront decida di investire nel nostro progetto dimostra quali siano le potenzialità di questo sport. Il golf italiano sta portando avanti un’operazione di livello mondiale, che darà frutti clamorosi".

"In questo periodo ho dovuto assistere al capovolgersi dell'entusiasmo che c'era all'inizio quando ci aggiudicammo la Ryder Cup 2002. Io penso che chi ci ha creato dei problemi ci abbia fatto il più grande favore del mondo perché ora tutti sanno cosa sia la Ryder Cup ed hanno capito di quale fenomeno di portata mondiale si tratta", ha aggiunto Chimenti.

Il presidente della Federgolf ha inoltre sottolineato che "il restyling del Marco Simone Golf & Country Club, sede della Ryder Cup 2022, sarà a carico della Famiglia Biagiotti e non ci saranno stanziamenti di denaro pubblico. Le spese che verranno effettuate al 'Marco Simone Golf & Country Club' verranno sostenute interamente da privati. Chi dice che verranno investiti dei soldi pubblici è in malafede", ha detto in modo netto Chimenti. Per far diventare il campo "uno dei più importanti al mondo" verrà chiamato fra gli altri Jim Fazio "l'uomo che ha creato il campo dell'attuale presidente Usa, Donald Trump" e "magari ci sarà una sorpresa", ha proseguito sorridente Chimenti.

L’accordo -della durata di undici anni e per un valore economico di 40 milioni di euro- rappresenta uno dei più importanti impegni commerciali siglato finora nella storia di Infront e della Federazione Italiana Golf. La partnership coprirà un totale di 129 eventi per 11 anni con 11 edizioni dell‘Open d’Italia, 88 gare dell’Italian Pro Tour e 30 eventi del percorso Road to Roma 2022 che rientrano nel Progetto Ryder Cup 2022.

"La partnership conclusa oggi con la Federazione Italiana Golf -ha dichiarato Luigi De Siervo- rappresenta un cambio di passo importante per Infront, specialmente in Italia. Accordi di grande respiro temporale possono consentirci di lavorare con tranquillità, incidendo in maniera significativa sulla trasformazione di questo sport - sia dal punto di vista economico, sia sotto il profilo dell’ampliamento della base dei praticanti, portando benefici rilevanti, non solo in termini finanziari, ma anche nella capacità di attrarre brand internazionali di alto profilo e nella promozione del nostro Paese e delle sue caratteristiche nel mondo".

 



Loading...

Commenta questo articolo


Le società Sportive


vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Una famiglia su 10 in grave difficoltà economica in Italia. Di chi è la colpa?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.912

Anno XXXVI n° 8 / Giovedì 27 aprile 2017

DON ROMUALDO CAPPELLANO DEI CIRCHI D'ITALIA

Don Romualdo. Il prete (circense) più anziano della diocesi. Cappellano dei circhi di tutta Italia, parroco degli operai, zarlatan de Zeneda. Monsignor (ma non chiamatelo così!) Baldissera ha 96 anni.

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×