18/08/2018sereno con veli

19/08/2018sereno con veli

20/08/2018sereno

18 agosto 2018

Nord-Est

Sacrifici animali per decidere i giorni propizi al traffico di droga

Scoperto traffico internazionale: 47 arresti, 30 indagati, 23 ricercati

commenti | (1) |

TORINO - Importavano eroina e cocaina dall'Africa e dall'America latina. I carabinieri di Torino hanno smantellato due organizzazioni criminali di senegalesi e nigeriani. 47 le persone arrestate in Piemonte, Lombardia e Veneto. 23 le persone ricercate e 30 quelle indagate a piede libero. La droga arrivava attraverso corrieri, che la ingerivano, o nascosta in utensili da cucina. Una delle due bande si avvaleva della 'consulenza' di uno 'stregone' che prevedeva come e quando inviare i corrieri in Italia.

 

Stregoni africani, che facevano sacrifici animali per decidere quali fossero i giorni più opportuni per inviare la droga in Europa.  La droga, di produzione sudamericana, arrivava in Italia attraverso due 'rotte': la prima da Senegal e Nigeria via Lussemburgo, la seconda da Costa d'Avorio e Guinea via Francia. In quest'ultima veniva utilizzato un sistema ingegnoso: pentole di alluminio con doppio fondo, che sfuggivano ai controlli aeroportuali, compresi i cani antidroga.

 

Lo stupefacente raggiungeva così i mercati di Piemonte, Lombardia e Veneto, dove sono stati effettuati gli arresti. I proventi dei traffici, hanno accertato gli investigatori coordinati dal pm Paola Stupino, venivano reinvestiti nei paesi da cui proveniva la droga in attività commerciali e nella costruzione di nuove abitazioni. Nel corso dei controlli sono stati sequestrati 15 chili di cocaina, 10 di eroina, 59.000 euro e 149.000 dollari.

 

Commenta questo articolo


Questa è gente indietro, che non ci arriva, ancora vive nelle caverne...
E' c'è gente che vorrebbe integrazione con questi popoli...

Questa gentaglia, oltre che portare droga e malessere nella nostra società, porta anche la propria cultura obsoleta, non di 50 anni, ma di millenni!

segnala commento inopportuno

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.940

Anno XXXVII n° 14 / 26 luglio 2018

DAI "LAGER" LIBICI A VITTORIO VENETO

Se questo è un uomo. Imprigionati, torturati, uccisi o venduti come schiavi. Le testimonianze dei sopravvissuti ai campi di concentramento in Libia arrivati a Vittorio Veneto

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×