22 agosto 2019

Benessere

Salute: esperta, in gravidanza vietato mangiare 'per due' ma occhio a cibo.

AdnKronos | commenti |

Roma, 17 apr. (AdnKronos Salute) - In gravidanza e allattamento l’alimentazione della donna ha un ruolo fondamentale e imprescindibile. Erroneamente molte future mamme pensano che sia necessario 'mangiare per due': nulla di più sbagliato perché, al contrario, serve una particolare attenzione all'equilibrio nutrizionale. Infatti, se naturalmente durante la gravidanza un aumento di peso è fisiologico, in alcuni casi, quando questo aumento risulti eccessivo, si può andare incontro a vari problemi sia per la madre che per il bambino. Per questo è bene consultare il proprio ginecologo e seguire uno schema alimentare personalizzato per sapere esattamente quali sono cibi consentiti e quelli da evitare.

"Per il sano sviluppo dell’embrione - ricorda Daniela Galliano, direttrice del Centro Ivi (Istituto Valenciano di Infertilità) di Roma - si consiglia una dieta estremamente varia evitando quei cibi che possono aumentare il rischio di toxoplasmosi, quali pesce crudo, molluschi, crostacei, carni poco cotte ed anche insaccati, pollame e selvaggina. Al contrario sono indicati carne ben cotta e pesci delicati come sogliola e merluzzo cucinati al vapore". Per le uova e il latte - si legge in una nota dell'Ivi - le raccomandazioni consigliano di consumare le prime ben cotte e con il tuorlo ben addensato al fine di evitare il rischio di salmonellosi. Mentre il latte va bevuto solo dopo un'accurata bollitura per evitare infezioni batteriche quali l’Escherichia coli. "Frutta e verdura sono ammesse nella dieta - afferma ancora l'esperta - ma occorre lavare e sbucciare la frutta e lavare accuratamente la verdura".

Tanti poi i cibi 'vietati' in gravidanza. "Le bevande alcoliche sono tabù -continua Galliano perché l'alcool può arrecare gravi danni al bambino o causare aborto. Dal momento che la quantità critica sembra essere individualmente diversa, è meglio astenersi completamente. Ma anche la caffeina in grandi quantità può influenzare lo sviluppo del bambino e il peso alla nascita".

E dopo la nascita cosa devono fare le neo mamme per garantire al proprio figlio il migliore allattamento? "Non devono seguire una dieta specifica - spiega - ma è consigliabile l’assunzione di proteine, lipidi e glucidi, oltre a frutta fresca e verdure. E' inoltre fondamentale bere almeno 2 litri e mezzo di acqua al giorno, mentre sono da evitare fumo, superalcolici e birra e non bisogna superare le 2 tazzine di caffè al giorno. Per il benessere del lattante, infine, sarebbe meglio dire 'no' anche a selvaggina, frutta secca, crostacei, fragole, arachidi e cioccolata ed evitare cavoli, aglio, cipolle, pepe e peperoncino".

 



AdnKronos

Commenta questo articolo


vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×