26 agosto 2019

Cronaca

Salvini attacca: "Olanda disgustosa"

commenti |

Nuovo attacco del vicepremier all'Olanda sul caso Sea Watch. Intervenendo ai microfoni di 'Un Giorno da Pecora' su Radio 1, Matteo Salvini ha infatti definito "il comportamento del governo olandese" sulla vicenda "disgustoso". Per il ministro, gli olandesi "se ne strafregano di una nave che batte bandiera olandese. Ho scritto alla collega degli Interni del governo olandese, senza avere uno straccio di risposta", ha aggiunto.

Intanto Carola Rackete è stata iscritta nel registro degli indagati. E' quanto deciso dalla Procura di Agrigento, come apprende l'AdnKronos, nei confronti della comandante della Sea Watch, che ora deve rispondere dei reati di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina e di rifiuto di obbedienza a nave militare. L'iscrizione è un atto dovuto e quindi, al momento, non ci saranno arresti, né verrà sequestrata la nave. La donna, spiega il procuratore aggiunto di Agrigento, Salvatore Vella, sarà interrogata domani mentre si valuta il sequestro probatorio del mezzo. L'inchiesta è stata aperta, dopo la segnalazione della Guardia di Finanza, che ha consegnato l'informativa ai magistrati della Procura agrigentina nel tratto di mare davanti a Lampedusa. Le Fiamme Gialle sono sulla nave per una perquisizione della imbarcazione.

Francia, Germania, Lussemburgo, Portogallo e altri Stati membri dell'Ue sono disponibili ad accogliere i migranti: lo confermano dalla Farnesina, sottolineando il lavoro svolto, su istruzioni del ministro degli Esteri Enzo Moavero, in stretta correlazione con la Commissione europea.

Sulla vicenda c'è stato poi un lungo colloquio al G20 di Osaka fra il presidente del Consiglio Giuseppe Conte e il premier olandese Mark Rutte: al termine di una incontro preliminare al summit fra i membri europei presenti a Osaka, Conte e Rutte si sono isolati per discutere della questione della nave battente bandiera olandese ferma da settimane al largo di Lampedusa. Conte, al suo arrivo a Osaka, aveva espresso la "forte irritazione" italiana e annunciato l'avvio di contatti diplomatici con l'Olanda.

Nella tarda serata di giovedì, c'è stata un'evacuazione medica d'urgenza per un migrante a bordo: con l'uomo è sceso su una motovedetta della Guardia Costiera anche un minore che lo accompagnava. Restano così in 40 i migranti sull'imbarcazione che ha trascorso la seconda notte a circa due miglia da Lampedusa. Alla nave "è tuttora negato l'ingresso in porto e lo sbarco delle 40 persone ancora a bordo" sottolinea la Sea Watch. "Un giorno di visite, interviste e aspettative e niente".

 

Commenta questo articolo


vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×