18/11/2018sereno

19/11/2018variabile

20/11/2018pioggia

18 novembre 2018

Conegliano

San Pietro di Feletto, lui teme che lei lo tradisca: la spia con telecamere in casa e con il gps in auto

Finito a processo con l'accusa di aver spiato i comportamenti della moglie

commenti |

SAN PIETRO DI FELETTO - Avrebbe spiato la moglie con telecamere installate in casa e un rilevatore gps nascosto nella macchina. E’ finito a processo un uomo di San Pietro di Feletto, con l’accusa di aver montato apparecchiature per sorvegliare i comportamenti della coniuge: sospettava che lei lo tradisse.

 

Tutto ha inizio nel 2013, quando i due sono ancora sposati. Temendo una relazione extra-coniugale, lui avrebbe contattato un investigare privato. Il detective avrebbe allora consigliato di installare un rilevatore gps sulla macchina usata da lei: l’uomo avrebbe quindi montato da solo l’apparecchio per seguire gli spostamenti della donna.

 

Peccato però che il gps interferisse con la radio, e che lei abbia fatto visionare il mezzo. Il rilevatore era stato consegnato alle forze dell’ordine, ma non era scattato nessun sequestro. Poi arriva la separazione di fatto, ma lui non ci sta. L’uomo avrebbe installato anche delle microcamere in casa, e avrebbe continuato a spiare la donna fino al 2014.

 

Quando lei, sentendo un brusio, si accorge di alcuni cavi che escono dal telefono. Così scopre il “centro di spionaggio” nel controsoffitto: ecco allora la denuncia. Ieri l’udienza chiave, durante la quale sono stati sentiti i testimoni dell’accusa.

 

Leggi altre notizie di Conegliano

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Conegliano
vedi tutti i blog

In Edicola

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×