26/05/2018quasi sereno

27/05/2018possibile temporale

28/05/2018velature sparse

26 maggio 2018

Conegliano

Santa Lucia, attesi oltre 35mila visitatori per la Fiera Internazionale dell'Agricoltura

Si parte venerdì 8 dicembre

commenti |

fiera agricoltura santa lucia

SANTA LUCIA DI PIAVE - Innovazione e formazione tecnica al centro del programma della nuova edizione della Fiera Internazionale dell’Agricoltura di Santa Lucia di Piave con quattro giornate di eventi dedicati al settore agricolo (quest’anno apertura straordinaria anche il venerdì) che, si prevede, accoglieranno oltre 35.000 visitatori.

 

“Vogliamo che l’appuntamento fieristico di Santa Lucia diventi un’occasione di confronto e di formazione – dichiara Alberto Nadal, amministratore unico azienda speciale Santa Lucia Fiere – per tutto il comparto, dagli imprenditori ai tecnici che operano in agricoltura.” Proposto quest’anno un ricco programma di incontri e convegni, dall’elevato contenuto tecnico, con focus speciali su innovazione, sostenibilità e nuove prospettive di mercato, organizzati in collaborazione con le associazioni di categoria, le aziende, gli istituti universitari e gli enti di ricerca.

 

Uno spazio convegni che si sdoppia con, oltre all’auditorium nei padiglioni ex. Filande, l’allestimento di un’ area nel padiglione Agriservice, quest’ultimo dedicato all’innovazione, potenziato grazie alla partnership con la Camera di Commercio di Treviso-Belluno. Aprirà il palinsesto, mercoledì 6 dicembre all’Università di Agraria di Conegliano, il convegno l’innovazione al servizio dell’uomo, dell’ambiente e della viticoltura sostenibile”, organizzato in collaborazione con CondifesaTV e CREA-VIT, che presenterà i nuovi strumenti a supporto di scelte operative agronomiche e fitosanitarie, nell’ambito di una viticoltura sempre più attenta alle esigenze dei diversi attori del territorio.

 

Coldiretti invece, sabato 9 dicembre all’interno dell’Auditorium dei Pad. Ex Filande, proporrà uno speciale incontro per analizzare le prospettive di mercato per le nuove colture, approfondendo tecniche e redditività della coltivazione di bamboo, canapa, melograno, nocciolo, luppolo e bachi da seta. In programma inoltre un incontro che affronta le tematiche del lavoro in agricoltura, organizzato da E.B.A.T. e F.I.I.M.I., con approfondimenti su assunzioni e nuovi voucher prendendo a riferimento i dati della vendemmia 2017 come indicatore per l’analisi.

 

“Siamo orgogliosi di poter proporre un programma incontri di elevata qualità tecnica – dichiara Alberto Nadal, Amministratore Unico Azienda Speciale Santa Lucia Fiere – organizzati attraverso la costruzione di una rete di collaborazioni con molte realtà del settore.” Oltre ai 55.000 mq di spazio espositivo dedicato alle novità dell’agrimeccanica, con la presenza di tutti i grandi brand del mercato, e ad Agriservice, sono previste tre aree tematiche dedicate alla filiera del Vino con il salone “V.I.T.A.” (viticoltura, innovazione, tecnologia e ambiente), al settore agroalimentare con il salone “Madre Natura” e alla salute e benessere con “Bietica”.

 

Le Fiere di Santa Lucia di Piave anche quest’anno confermano una politica in favore dei visitatori, favorendo un’elevata fruibilità dell’evento fieristico con costi dei biglietti contenuti (confermato il biglietto intero a 7,50), e molte agevolazioni per famiglie, soci di associazioni agricole, pre- registrazioni on-line e portatori di handicap. “Da sempre le Fiere di Santa Lucia hanno rappresentato un appuntamento importante per il territorio – dichiara Riccardo Szumski, sindaco di Santa Lucia di Piave – e vogliamo che rimanga tale favorendo la partecipazione dei visitatori senza aumentare i costi dei biglietti ma piuttosto potenziando servizi e qualità dell’evento.”

 

Leggi altre notizie di Conegliano

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Conegliano
vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.936

Anno XXXVII n° 10 / 24 maggio 2018

VI RACCONTO UNA FAVOLA. LA MIA

La strada verso Iasi. Abbandonata alla nascita in Romania, Georgiana viene adottata a 7 anni da un imprenditore di Vittorio Veneto e dalla moglie. Poi il padre muore, e lei parte alla ricerca delle sue origini…

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×