15/12/2018sereno con veli

16/12/2018velature diffuse

17/12/2018nevischio

15 dicembre 2018

Vittorio Veneto

Sarmede è (sempre) il paese delle fiabe

Domenica 14 ottobre si apre la 31a edizione delle Fiere del Teatro

commenti |

SARMEDE – Domenica 14 ottobre con la prima giornata delle Fiere del Teatro si apre ufficialmente la 31a edizione di “Sarmede il paese delle fiabe”, il ricco contenitore culturale ideato da Pro Loco Sarmede che, con ben 115 eventi in cartellone, animerà il paese fino 9 febbraio 2019.

 

«Quest’anno – spiega il direttore artistico della rassegna Danny Masutti – avremo con noi artisti di strada di 20 nazioni differenti, e per alcuni di loro questa è la prima volta in territorio italiano. Proporranno spettacoli capaci di coinvolgere anche gli spettatori più esigenti».

 

Ancora una volta, Sarmede con il suo festival internazionale di artisti di strada diventa domenica la capitale internazionale dell’arte di strada. Un centinaio gli spettacoli che scandiranno la giornata, dalle 10 alle 19 (nuovo appuntamento domenica 21 ottobre). Il cuore di Sarmede, isola pedonale, si anima: vie, borghi e cortili accolgono le performance di clown, giocolieri, musicisti, danzatori, burattinai. In piazza i due spettacoli evento.

 

Alle 12.30 la compagnia francese Cie Les Invendus proposte “Resisti se puoi”, spettacolo di giocoleria e danza per un viaggio nella poesia e nell’umorismo. L’evento finale, alle 18.30, è affidato ai belgi Okidok e al loro “Slips experience”, uno show pieno di gag e numeri spassosi che mixa giocoleria, equilibrismo e acrobazia, andando a riscrivere la definizione di clown.

 

Itineranti, ma anche in postazioni fisse in paese, le performance degli altri artisti: italiani, ma anche spagnoli, svizzeri, israeliani, tedeschi, ungheresi, giapponesi, brasiliani, russi, cileni, portoghesi, canadesi e argentini. Sarà dunque un viaggio interculturale nell’arte di strada mondiale. E poi, sempre domenica, c’è Arteprima la città con i ruoli capovolti.

 

Per tutto il giorno gli adulti potranno divertirsi in laboratori creativi, mentre i più piccoli nei mestieri dei grandi (elettricista, tipografo, fiorista, pasticcere, muratore e molto altro), gestendo anche una moneta, il tallero. A rendere ancora più suggestiva e fiabesca l’atmosfera per le vie di Sarmede, i banchi e le creazioni degli artigiani che espongono giochi in legno, burattini, oggetti in stoffa e ceramica, accessori da indossare e molto altro.

 

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×