21/10/2017coperto

22/10/2017pioggia

23/10/2017quasi sereno

21 ottobre 2017

Mogliano

Via Sassi, nasce il comitato dei pendolari?

I disagi della strada chiusa ai non residenti continua a far discutere e sul tavolo spunta una nuova ipotesi

commenti |

via Sassi

MOGLIANO - Via Sassi, dalla scorsa settimana, era il 5 ottobre, è entrata in vigore l’ordinanza che ne vieta il transito: potranno circolare solo i frontisti.

Il problema, come noto, è parecchio sentito dai tanti pendolari che si spostano ogni giorni, in primis i 2.500 dipendenti delle Assicurazioni Generali che per percorrere tre chilometri possono impiegare anche mezz’ora.

E ora potrebbe nascere un comitato, da un’idea di alcuni dipendenti della compagnia assicurativa.

Fondamentale per evitare il collasso la presenza assidua degli agenti della polizia locale, che dirigono il traffico all’uscita di via Ronzinella e all’uscita di via Marocchesa.

Rimane sulla carta l’ipotesi di un nuovo ingresso autostradale a servizio delle Generali. Il comitato, come segnala oggi La Tribuna, avrebbe l’obiettivo della riapertura anche attraverso vie legali.

 

Commenta questo articolo


Dello stesso argomento

immagine della news

15/06/2017

Via Sassi, "Nessun dietrofront"

Nonostante le polemiche da più parti, l'amministrazione non cambia idea: rimarrà percorribile solo per i residenti. Ma una soluzione ci sarebbe

immagine della news

14/06/2017

Via Sassi... o via Crucis?

Oggi pomeriggio, giovedì, ancora problemi al traffico con code chilometriche fin da via Marocchesa.

immagine della news

17/05/2017

Via Sassi, c'è chi dice no

Un lettore di Oggi Treviso, dipendente delle Assicurazioni Generali, dice la sua sulla chiusura della strada che unisce la sede assicurativa al centro moglianese

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.922

Anno XXXVI n° 18 / 19 ottobre 2017

CAPORETTO

Caporetto: la disfatta che viene dal passato. Immagini di guerra. Di attacchi (subdoli) e di resa. Caporetto è il simbolo della disfatta per antonomasia. E un secolo non basta per dimenticare

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×