22/10/2017pioggia debole

23/10/2017sereno con veli

24/10/2017quasi sereno

22 ottobre 2017

Mogliano

Via Sassi, Stagnitta se la prende col sindaco Arena

Sulla strada che chiuderà ai non residenti tuona: "Manca la volontà di cercare soluzioni"

commenti |

via Sassi

MOGLIANO - Via Sassi chiusa al traffico dei non residenti, continuano le accuse a livello politico. Il gruppo locale di "Scelta Civica "critica il sindaco Arena.

Per il partito del veneziano Zanetti, in vista della riapertura delle scuole e dell'arrivo della stagione autunnale si prospettano giornate da incubo per chi è costretto a percorrere il Terraglio.

"Anche perché - spiega il gruppo - la presenza dei vigili, peraltro parziale nei momenti di afflusso e deflusso dei lavoratori in via Marocchesa, riduce solo minimamente i disagi come testimoniato dalle enormi code che neanche la stagione estiva è riuscita a eliminare".

Da qui l'accusa: "Il sindaco Arena auspica soluzioni faraoniche che, se fattibili, richiedono comunque tempi di progettazione e implementazione lunghissimi" commenta Mattia Stagnitta candidato sindaco di Mogliano Europea alle ultime elezioni.

"Ma pur non entrando nel merito delle soluzioni proposte dal sindaco è evidente che la mancanza di volontà nel cercare soluzioni transitorie dimostra come in realtà Arena voglia combattere una sua battaglia  sulle spalle dei cittadini moglianesi e dell'intera cintura urbana veneziana.  Ma se il sindaco vuole portare avanti questa battaglia si prepari alla resistenza dei suoi cittadini" chiude Stagnitta.

 

Commenta questo articolo


Dello stesso argomento

immagine della news

25/09/2017

"Stop al consumo del suolo"

Importante convegno qualche giorno fa a Mogliano, dove il sindaco Carola Arena ha illustrato la situazione locale

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.922

Anno XXXVI n° 18 / 19 ottobre 2017

CAPORETTO

Caporetto: la disfatta che viene dal passato. Immagini di guerra. Di attacchi (subdoli) e di resa. Caporetto è il simbolo della disfatta per antonomasia. E un secolo non basta per dimenticare

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×