26 agosto 2019

Vittorio Veneto

SCENA MUTA DI SCOTTA' ALL'INCONTRO SUL PAT

L'incontro a Nove fa saltare i nervi al sindaco

| commenti | (11) |

| commenti | (11) |

Vittorio Veneto - Vittorio Veneto - La riunione che si è svolta alla piana degli Alpini a Nove per illustrare il progetto preliminare del Pat ha scatenato qualche fumata politica. Il sindaco Giancarlo Scottà, oltre ad essersi presentato in ritardo all'incontro, si è rifiutato di rispondere alle domande dei consiglieri comunali di opposizione presenti tra il pubblico, tra i quali Adriana Costantini, Sandro De Bastiani, Gioi Tami, Napol e Bastanzetti.

"Scottà non ha accolto il confronto e avrebbe dovuto farlo visto che era l'unico della giunta a essere presente oltre ai tecnici - afferma Sandro De Bastiani. - Il pat è stato definito un documento politico e come tale andava discusso".

Infatti, mentre i tecnici Saccon e Pianca hanno illustrato il progetto, il primo cittadino ha ignorato le domande di chiarimento poste dai consiglieri, prima alzandosi e uscendo dall'aula e poi andandosene definitivamente sbuffando come una vaporiera.

 

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Commenta questo articolo


Credo che se in una partita tra due squadre i giocatori di una, nettamente inferiori, tentano il gioco sporco della provocazione, non possono lamentarsi se avviene una reazione per loro dolorosa.

segnala commento inopportuno

Adesso le regole democratice per qualcuno vengono interpretate come gioco sporco.
Ma dove stiamo andando....
Se il sindaco non risponde alle domande dell'opposizione c'è un solo motivo: non è in grado di farlo.

segnala commento inopportuno

Anche se fosse stato in grado di farlo tra tre mesi è a casa, cosa volete che dica di un progetto che chissà quando si verificherà, e a cui troppi vogliono dare un'importanza troppo rilevante-elettorale?

segnala commento inopportuno

completamente d'accordo con la risposta del cittadino che ha definito il Sindaco "NON IN GRADO DI RISPONDERE". Quanto al primo intervento di sostegno al comportamento incivile (a mio parere) del sindaco stesso non posso che prender atto dell'ennesima dimostrazione del degrado della cultura democratica nella nostra zona. Quando l'opposizione vien definita "squadra nettamente inferiore" capace solo di "gioco sporco" la mia sensazione è che costui ha lo stesso livello d'incivile comportamento del "suo" Sindaco.

segnala commento inopportuno

Bravissimo/a a travisare il senso di una semplice constatazione. Una squadra inferiore (leggi inferiorità numerica e guardati le ultime elezioni, mica ho detto di deficienti!) che attua un gioco sporco basato su bugie e provocazione sapendo le debolezze dell’avversario per costringerlo a reagire e andare poi sui giornali a piangere.. E’ una constazione che democraticamente credo di avere il diritto di esprimere senza venire tacciato d’inciviltà, e che molta gente altrettanto democraticamente condivide. Non è che Carnevale parla male della Quaresima? La cultura democratica non sta solo da una parte.

segnala commento inopportuno

Chi è allergico alle regole democratiche non è adatto a frequentare le pubbliche assemblee.

segnala commento inopportuno

"Sarò il sindaco di tutti i Vittoriesi" disse Giancarlo Scottà in campagna elettorale nel 2004. Ottimo proposito, pessimi risultati... Emanuele Gentile.

segnala commento inopportuno

Cari vittoriesi ve lo siete scelto tenetevelo caro
alle prossime votate ancora non lui perchè non può essere più eletto ma qualcuno della sua congrega perchè continui a fare l'arrogante e presuntuoso ed ignori i consigli di quartiere e le varie richieste che questi fanno e che vengono sistematicamente deluse. L'importante che ci lasci dei debiti da pagare cosi forse ci riccorderemmo di lui per qualche anno

segnala commento inopportuno

Visto che se ne va tra 3 mesi, perché non si è aspettata la nuova giunta per avviare il PAT? E perché tanta fretta di chiudere la concertazione con i cittadini??

segnala commento inopportuno

Leggo sulla stampa di oggi che Scottà non vuole più certe persone agli incontri pubblici su il PAT. Mi dispiace deluderlo ,ma per quanto mi riguarda continuerò a parteciparvi.E poichè, stando sempre a quanto è riportato sui giornali, si sarebbe imbestialito per il mio intervento voglio rendere partecipi i lettori di oggitreviso su quanto ho detto.
Nel mio intervento ho sostenuto di essere per il 90% daccordo con quanto è stato scritto nel piano programmatico, ma che mi sorgeva il dubbio che questa amministrazione non lo avesse letto poichè il contenuto della relazione è in totale contrasto con le scelte fatte nei 10 anni di amministrazione Scottà. In esso non vi è quasi nulla che indichi una continuità con quanto intrapreso da questa amministrazione se si esclude la dichiarata volontà di realizzare la bretella.Dichiarazione questa che contraddice quanto scritto a pagina 10 della relazione stessa dove si sostiene che il piano deve fornire indirizzi che consentano la tutela per le aree più significative dell'agro centuriato.Perlappunto dove dovrebbe essere realizzata la bretella.
Sarà interessante sentire cosa ci verrà raccontato nei prossimi incontri e capire anche per quale motivo l'amministrazione comunale vuole chiudere al più presto questa fase chiamata di concertazione.
Invito i vittoriesi a partecipare numerosi ai prossimi incontri
Francesco De Bastiani

segnala commento inopportuno

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

immagine della news

25/09/2017

"Stop al consumo del suolo"

Importante convegno qualche giorno fa a Mogliano, dove il sindaco Carola Arena ha illustrato la situazione locale

immagine della news

10/11/2015

"Il PAT? Una follia!"

Il PD esprime "sconcerto" per la proposta del nuovo assetto del territorio

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×