27/07/2017velature sparse

28/07/2017quasi sereno

29/07/2017quasi sereno

27 luglio 2017

Treviso

Sciopero delle 40 addette alle pulizie degli uffici postali

Oggi le lavoratrici incrociano le braccia per i ritardi nei pagamenti dello stipendio

Isabella Loschi | commenti |

TREVISO - Questa mattina, davanti alla sede delle Poste di Piazza della Vittoria, sciopero delle 40 dipendenti della cooperativa Global Service di Caltanissetta che dal 2014 gestisce le pulizie degli uffici postali. Le lavoratrici incrociano nuovamente le braccia per l’intero turno di lavoro per protestare contro i continui ritardi con cui vengono liquidati gli stipendi.

La decisione è stata presa giovedì scorso al termine dell'ennesimo incontro svoltosi presso la Direzione territoriale del lavoro di Treviso e che ha visto il confronto fra le organizzazioni sindacali, un legale delegato della Global Service e il responsabile dell'area Politiche del lavoro dell'Ispettorato nazionale del Lavoro. Invitati (ma assenti) anche i rappresentanti di Poste italiane in qualità di committenti. Il delegato della cooperativa in quella sede ha assicurato che lo stipendio di giugno e la quattordicesima mensilità sarebbero stati pagati in giornata. Ma così non è stato.

“Molti i punti in sospeso e non ancora risolti con la cooperativa che dal 2015 non rispetta le regole legate all'applicazione del contratto nazionale dei Multiservizi - spiegano Mauro Mattiuzzo della Filcams Cgil di Treviso e Daniela Zuliani della Fisascat Cisl Belluno Treviso -. Chiediamo, ancora una volta, il pagamento degli stipendi nel rispetto della data del giorno 15 di ogni mese e il pagamento del lavoro supplementare; il riconoscimento della maggiorazione per lavoro in sesta giornata e i rimborsi chilometrici che non appaiono tutti i mesi in busta paga”. Le lavoratrici, molte delle quali in contratto a part time di 30, 24 e addirittura anche di meno di 20 ore settimanali, si trovano a dover sempre attendere il pagamento del salario con date scelte a piacimento dall'azienda .

 



Isabella Loschi

Commenta questo articolo


Loading...
vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

L'Italia vuole dare il visto umanitario ai profughi per potersi muovere in Europa. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.918

Anno XXXVI n° 14 / 27 luglio 2017

VACCINI A SCUOLA. PROMOSSI O BOCCIATI?

Per andare a scuola non basta il diario. Ora ci vuole il libretto sanitario. Con il certificato delle vaccinazioni.Ma è proprio indispensabile?

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×