15 ottobre 2019

Vittorio Veneto

SE RINNOVATE, VI PAGHIAMO

Barbara Saltini spiega ai commercianti come accedere al fondo regionale

| commenti |

| commenti |

Vittorio Veneto - Si sa, nelle dinamiche commerciali la qualità dei prodotti non è l’unico fattore determinante. Bisogna anche (e soprattutto, verrebbe da dire di questi tempi) saper presentare la propria merce, posizionare il proprio negozio in un centro urbano che attiri gli acquirenti e i cui abitanti godano di un buon tenore di vita.


Proprio al fine di migliorare la qualità della vita dei cittadini e di aiutare i negozianti e i rispettivi centri urbani in questo momento di crisi, la regione veneto, con la delibera 100/98, mette a disposizione un fondo complessivo di 7.000.000 €, destinato a quei piccoli commercianti che desiderino rinnovare o ristrutturare la propria attività. Si fa infatti sempre più presente l’esigenza di  mantenere e valorizzare l’offerta commerciale garantita dalle micro e piccole imprese localizzate nel territorio, in particolare da quelle situate nei centri storici e nelle zone di montagna, alle quali, in particolare, è riservato un milione di euro.


Nello specifico il progetto prevede il rimborso del 30% delle spese sostenute per chi attuerà interventi di riqualificazione dei luoghi del commercio e del turismo, attraverso la realizzazione di piste ciclabili e zone pedonali, parcheggi, vetrine, facciate, sistemi innovativi di illuminazione esterna; per chi intenda rinnovare la sede della propria attività tramite interventi sulla sede della stessa o l’acquisto di nuove attrezzature mercatali; per chi desideri allestire o recuperare sedi di attività del turismo; e infine per chi abbia volontà di favorire, attraverso manifestazioni promozionali, carte fedeltà, siti internet e altro ancora, azioni volte a comunicare un’immagine unitaria di una rete di imprese e di un luogo.
Verranno privilegiati quei progetti che mostreranno una volontà collettiva di riqualificazione del centro commerciale naturale di appartenenza, in quanto l’obbiettivo del concorso è di aiutare lo sviluppo di intere aree urbane. Gli interventi devono tener ovviamente conto dell’impatto ambientale, sia in termini di inquinamento (risparmio energetico, disturbo acustico e luminoso, emissioni inquinanti), che in termini di estetica e di esigenze di particolari fasce della popolazione, quali anziani, bambini e portatori di handicap.


Attenzione però, per gli interessati il tempo stringe: una prima bozza di progetto dovrà infatti essere presentata entro e non oltre il 05 dicembre. Questo per cercare di assicurarsi che il denaro arrivi a quei commercianti che dimostrino una reale necessità e volontà di modificare la propria attività, e non ai soliti approfittatori che all’ultimo inventano un progetto per mettere in tasca qualche soldo in più.
Questo bando, il cui testo completo è pubblicato sul sito della regione Veneto, è stato presentato in lo scorso 19 novembre conferenza stampa dall’assessore Barbara Saltini, in presenza del presidente dell’Ascom di Vittorio Veneto.


“Proprio vincendo un bando simile, nel 2004, il comune della nostra città ha potuto realizzare l’intervento di riqualificazione urbana che va sotto il nome di «Visitando Vittorio Veneto»”, racconta l’assessore.
 “Questo nuovo bando è in totale continuità con quest’idea, e permetterà probabilmente di portarla avanti. Ci piacerebbe realizzare delle vetrofanie da posizionare nei vari negozi della città, in cui viene spiegato il valore artistico e storico di ogni sito indicato dai totem informativi che avete visto comparire nell’ultimo anno. L’idea è di dare alle attività commerciali del territorio la funzione di «info point» turistici, al fine di far interagire visitatori e commercianti. Questo servirà inoltre, almeno nelle nostre intenzioni, a far conoscere l’intera città, non solo i centri storici”.

Shadia El Tabch

 

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×