21 novembre 2019

Conegliano

Seguaci dell'Isis a Conegliano e Susegana: espulsi due macedoni

Si tratta di un 45enne e di un 43enne, espulsi dal territorio nazionale

commenti |

commenti |

isis espulsi due macedoni susegana conegliano

CONEGLIANO - L’ombra dell’Isis cala sul coneglianese. Risiedevano rispettivamente a Conegliano e Susegana i due cugini di origini macedoni espulsi dall’Italia. Si tratta di un 45enne e di un 43enne, che sono stati trasferiti in Macedonia.

 

In diverse circostanze il 43enne aveva condiviso con altri il suo forte risentimento contro le istituzioni e la cultura italiana, al punto da sostenere che il riconoscimento della nostra cittadinanza risulterebbe proibito per un musulmano poiché costituirebbe una sorta di "patto con gli infedeli".

 

Nei mesi scorsi, durante una una perquisizione, è stato trovato in possesso di alcuni supporti informatici contenenti le prediche di diversi imam balcanici di estrazione ultra-radicale e documenti di propaganda jihadista.

 

Il 45enne invece è a sua volta risultato vicino a posizioni jihadiste e seguace di predicatori ultra-radicali dell'area balcanica. Oltre ad aver manifestato l'intenzione di raggiungere la Siria, è risultato collegato con stranieri arrestati in passato in operazioni antiterrorismo condotte sia in Italia che nei Paesi dei Balcani occidentali.

 

Il ministro dell'Interno Minniti ha quindi firmato il decreto di espulsione per motivi di sicurezza dello Stato e i due cittadini macedoni sono stati rimpatriati, con accompagnamento nel proprio Paese, con un volo decollato dalla frontiera aerea di Venezia e diretto in Macedonia.

 

Leggi altre notizie di Conegliano
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×