18/08/2018sereno con veli

19/08/2018sereno con veli

20/08/2018sereno

18 agosto 2018

Vittorio Veneto

SENZA BIGLIETTO, CERCA DI FUGGIRE E MORDE UN POLIZIOTTO

Arrestata una 24enne nigeriana che viaggiava sul treno Conegliano – Calalzo: scesa a Vittorio Veneto si è scagliata contro l’agente nel tentativo di fuggire

Claudia Borsoi | commenti | (17) |

VITTORIO VENETOStava viaggiando sul treno Conegliano – Calalzo senza biglietto. Al controllore non aveva voluto fornire le sue generalità, neppure all’agente della polizia intervenuto su richiesta del controllore. Non è rimasto che chiamare i carabinieri di Vittorio Veneto e far scendere la donna alla stazione di viale Trento e Trieste. Qui la donna, una volta scesa, si è scagliata contro il poliziotto e per tentare la fuga, non riuscita, lo ha morso e graffiato al braccio destro.

I fatti risalgono a ieri sera, lunedì: erano circa le 19 quando alla centrale operativa dei carabinieri è arrivata la richiesta di intervento da parte del poliziotto che si trovava a bordo del treno.

A. V. O. 24enne nigeriana, domiciliata a Vittorio Veneto, regolare, non voleva mostrare il biglietto al controllore. Fatta scendere in stazione, la donna ha cercato, invano ,di darsela a gambe levate. Fermata dal poliziotto, gli ha afferrato il braccio e lo ha morso più volte causandogli delle lesioni giudicate guaribili dal medico del pronto soccorso in una decina di giorni.

La donna è stata dunque dichiarata in arresto dai carabinieri di Vittorio Veneto, fermo oggi convalidato dal tribunale di Treviso.

 



Claudia Borsoi

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Commenta questo articolo


C'è poco da fare,.... Certi servizi non sono affidabili. Perciò è giusto pagare solo quando si arriva a destinazione(se ci si arriva)e se si è in orario...Altrimenti, non solo non si deve pagare, ma si dovrebbe ottenere pure il risarcimento.

segnala commento inopportuno

Ma che cavolo stai dicendo? Così giustifichi qualunque inosservanza di qualsiasi legge o regolamento. se pur vero che le nostre ferrovie non tengono qualche volta la puntualità, é pur vero che per salire in un treno oppure corriera ecc. bisogno munirsi del bigletto e mostrarlo al personale preposto vedi i controllori. E' questione di civiltà. Civiltà che la ragazza nigeriana non ha dimostrato di avere, scgliandosi conro gli agenti infliggendogli anche delle ferite. Bene il fermo e spro la condanna. Solidarietà per l'agente ferito che ha fatto in pieno il suo dovere.

segnala commento inopportuno

No voea morderlo, voea magnarlo! la xe de na tribu de canibai!

segnala commento inopportuno

Premetto che non ho punta inclinazione a giudicare gli altri, ma mi dà parecchio fastidio che chi giudica pubblicamente)su un quotidiano on line non dimostri nè un briciolo di buon senso(la saggezza è indispensabile in ogni giudizio)nè possa dirsi a conoscenza dei fatti. Anch'io se dico che una madre ha ucciso il suo figlio, come prima cosa penso ad un crimine orrendo contro natura, a cui è difficile trovare una opportuna punizione. Ma se quella madre lo avesse ucciso involontariamente perchè ad esempio fosse rimasto impigliato con lo zainetto alla portiera della macchina, troverei più che giusta l'assoluzione. In fondo, quella madre ha già pagato più del dovuto perdendo un figlio. Se un viaggiatore si trovasse fra l'alternativa di perdere il treno e fare il biglietto, io stesso preferirei prendere il treno senza biglietto. Se poi il treno è fatiscente(molto peggio che in Kenia)francamente dover pagare il biglietto mi sembrerebbe un sopruso. Non giustificherà forse il morso al ferroviere, ma lo rende menocolpevole

segnala commento inopportuno

Certo sior, anche se un l'à un po' de apetito e par questo el se magna quel che ghe sta a fianco alora bisogna dir che la contingensa dei fatti rende el canibalismo "un po' meno colpevole". Me sa proprio che el duro de cervice le lù sior, se no l'è anca canibae!

segnala commento inopportuno

Sono una pendolare da Vittorio a Venezia, viaggio tra ritardi, disservizi e treni strapieni..mi fanno arrabbiare gli aumenti, e i costi di biglietti e abbonamenti che non sono proporzionati al servizio offerto, ma se c'è un biglietto da pagare si paga, punto. Se ci sono delle regole vanno rispettate, altrimenti uno può fare quello che vuole come se tutto fosse concesso e senza dover rendere conto a nessuno. È davvero lecito giustificare il comportamento della ragazza? Per rispetto nei confronti di chi paga da anni il biglietto, io dico di no.

segnala commento inopportuno

Chi deve usufruire del sevizio in quella tratta credo che più di qualche volta provi istinti di cannibalismo !!
Per quanto riguarda la nigeriana, al suddetto si è aggiunta sicuramente un pò di fame arretrata.

segnala commento inopportuno

...forse semplicemente non aveva soldi per pagare il biglietto? Per fortuna che i "nostrani" pagano SEMPRE il biglietto e MAI si sognerebbe di fregare il bigliettaio... (mi sa che ho detto una barzelletta!!!)

segnala commento inopportuno

Salve a tutti, sono un esperto di problemi africani, specie di quelli psicologici connessi alla migrazione. In realtà la giovane africana non ha altro in testa che un biglietto: quello per ritornare al suo Paese. Sebbene non sia facilmente confessabile, la poverina si sente molto a disagio, in Italia, in mezzo ad un popolo di razzisti e vorrebbe solo poter possedere un biglietto: quello che la riporta al suo paese natio. Ma purtroppo, le sue tasche non possono permettersi un simile biglietto. Se solo questa vergognosa accozzaglia di razzisti ignoranti facesse uno sforzo (un modesto esborso personale o una colletta) per procurarle l'unico biglietto a cui ambisce, beh quello è l'unico modo per guadagnarsi la gratitudine e la riconoscenza di quella nera africana che è decisamente stanca e pentita di stare in mezzo ad un popolo ignorante e razzista come quello italiano.

segnala commento inopportuno

6 commenti su 8 avallano il comportamento di una persona che ha francamente commesso piu` reati. Questo all'insegna di tutta una serie di concetti e precetti cari ad una certa mentalita` di una certa sinistra che in Italia gode sempre di consenso. Il problema, elevandoci per un attimo dal caso specifico (che gli osservatori stranieri fanno sempre fatica a comprendere) e` che fin che ci sara` una parte di popolazione che la pensa cosi`, gente come Berlusconi vincera` (quasi) sempre le elezioni, perche` anche io (come la casalinga di Voghera), quando penso che gente con questo tipo di mentalita` e di visione del mondo potrebbe governarci, PURTROPPO preferisco ancora un Previti, uno Scajola, o perfino un Lavitola ai vari D'alema, Bersani, Vendola... La colpa del fatto che siamo stati governati da Berlusconi per cosi` tanti anni e` della sinistra italiana benpensante, che fa e sostiene questo tipo di discorsi, accendendo e fomentando nella controparte un sentimento di "anti-sinistrosita`" che diventa viscerale (e in certi casi addirittura irrazionale). E Berlusconi questo lo sa (e lo sapeva) fin troppo bene, per cui non serve che si preoccupi piu` di tanto e i voti gli arrivano lo stesso, nonostante tutto quello che ha (o non ha) fatto in questi anni.

segnala commento inopportuno

Non capisco la tesi un po' contorta e farneticante, ma sicuramente se la .... ha morso è colpa del Berlusca!!!!

segnala commento inopportuno

La Sinistra, dopo che Berlusconi s'è tolto dalle balle, è rimasta completamente priva di argomenti. Non sa più di cosa parlare. Prima, ogni giorno, i loro giornali erano pieni di titoli ad otto colonne contro Silvio. Adesso, sembra che non esistano più.... In parte, è anche vero, si sono di molto ridimensionati. Ma non sono tutti morti. Il fatto è che non sanno più di cosa parlare! Prima, con Silvio, avevano argomenti garantiti! (sebbene logori e triti). Ma anche la Sinistra è logora e trita. Tant'è vero che adesso che Berlusconi non c'è più, dovrebbe farla da padrona. Invece sta lentamente scomparendo!! Certo, se perde non potrà più incolpare Berlusconi, ma se stessa! E' questo il punto dolens, cari compagni... La colpa non è di Berlusconi, ma vostra!Siete finiti! E anche malamente.Non vi rimpiangiamo di sicuro, ma capiamo bene perchè voi rimpiangiate Berlusconi.

segnala commento inopportuno

Sembra che Silvio stia preparandosi a ritornare in campo...Coi suoi bunga- bunga. La nipote di Mubarak è bella calda...Sinistra preparati!!!!!!!!!!!!

segnala commento inopportuno

Singolare il suo commento. Lei ci sta dicendo che piuttosto di essere governati da gente che trova una giustificazione per dei comportamenti scorretti ed illegali è preferibile essere governati da chi della scorrettezza e dell'illegalità ha fatto professione.
Quindi meglio scegliere chi ha fatto della propria casa un bordello, chi paga i testimoni, chi ha rapporti con la mafia, chi si fa pagare (a sua insaputa naturalmente) l'appartamento con vista Colosseo.

segnala commento inopportuno

il fatto che sia il signor Bon che il signor Boh non abbiano capito il mio commento supporta la mia tesi; non riuscite a capire, ed e`in ragione di questa incomprensione che esiste una spaccatura tra sinistra-benpensante e anti-sinistra. E Berlusconi (o chi per lui) gode.

segnala commento inopportuno

No, secondo me costui, vuol dire che piuttosto che essere governati dal "male assoluto"(Berlusconi) è meglio che governi l'antimale assoluto(i post- comunisti, che poi, nei fatti, sono gli ex-democristiani), ma quale politica ci possiamo mai aspettare da questi fautori dell'antimale, se non sanno fare altro che parlare del "male assoluto"? Forse il mio discorso è troppo contorto e me ne scuso, ma se questi denigratori del miliardario e dei suoi bunga- bunga, non sanno che parlare di altro, ci lasciano il sospetto che anch'essi aspirino a diventare miliardari e, forse, a praticare il bunga- bunga. Ma quanti son disposti a seguirli? Io no.

segnala commento inopportuno

Caro signor vittorio m., non comprendo come un essere umano non possa vivere senza invocare e citare un rozzo miliardario,ma pur senza comprendere questa situazione che senza dubbio ha del patologico, creda pure che riesco a sopravvivere ugualmente, e, grazie a Dio, anche abbastanza bene, nonostante la crisi. Ciò che non capisco è anche perchè lei si meraviglia che un politico scarso come Berlusconi abbia sempre vinto a tutte le elezioni a cui si presentava. Sì è vero, Berlusconi è molto scarso politicamente e anche umanamente, tuttavia, è fuori di dubbio che se vinceva lui, vuol dire che i suoi avversari erano ancora più scarsi! Può non fare piacere la realtà! Ma non c'è dubbio che essa stia proprio in questi termini. E ciò che è ancora più grave, è che pur senza Berlusconi, non si colgano dei Partiti o idee politiche che siano nettamenti migliori e quindi più vincenti! Il che vuol dire che quelle che immagino siano le sue idee, siano destinate a soccombere ancora per molti lustri. Non sarà colpa sua, ma nemmeno mia. E non c'è dubbio che le cose stiano così. Le auguro cordialmente le migliori cose possibili, ma non credo che dalla politica avrà molta soddisfazione. Filiberto Fantoni.

segnala commento inopportuno

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.940

Anno XXXVII n° 14 / 26 luglio 2018

DAI "LAGER" LIBICI A VITTORIO VENETO

Se questo è un uomo. Imprigionati, torturati, uccisi o venduti come schiavi. Le testimonianze dei sopravvissuti ai campi di concentramento in Libia arrivati a Vittorio Veneto

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×