24/06/2017piovaschi e schiarite

25/06/2017temporale e schiarite

26/06/2017quasi sereno

24 giugno 2017

Nord-Est

Sequestrate 1,8 tonnellate di marijuana trasportate via gomma

commenti |

VERONA - 1800 chili di marijuana, il più grande sequestro di droga trasportata su gomma messo a segno in Italia. E' l'operazione della Polizia di Stato che ha concluso un'indagine congiunta delle Squadre mobili di Bolzano e di Verona. In carcere sono finiti un 55enne incensurato, N.F., residente a Vigasio (Verona) e tre cittadini serbi: D.N., 59 anni, residente a Castelnuovo del Garda, G.V. (44enne residente a Mantova) e una donna, A.P., 43 anni, residente ad Altavilla Vicentina.

 

L'indagine ha preso il via da un'attività investigativa della Squadra mobile di Bolzano, incentrata su alcuni soggetti di nazionalità serba, particolarmente attivi nell'ambito del traffico internazionale di sostanze stupefacenti attraverso il valico del Brennero. Gli sviluppi dell'indagine, assieme alla Mobile veronese, hanno consentito di individuare un capannone a Buttapietra (Verona), indicato quale deposito dello stupefacente.

 

E' stato anche ricostruito il viaggio della colossale partita di droga, reperita in Calabria per poi essere trasportata a bordo di Tir fino a Buttapietra per il successivo smistamento sia nel Nord Italia, sia nel nord Europa. La svolta investigativa ha permesso, attraverso sofisticati sistemi di rilevazione, di individuare uno dei Tir e una delle auto utilizzati dalla banda serba nei pressi di Locri (Reggio Calabria).

 

Il carico è risalito a Nord lungo l'autostrada e i due mezzi sono stati intercettati dai poliziotti all'altezza di Bologna, venendo pedinati fino al capannone, dove è scattato l'arresto dei tre serbi. Nel frigo rimorchio, nascosti da un paio di bancali di arance, erano nascosti circa 1800 chili di marijuana.

 

Successivamente il pubblico ministero della Procura di Verona, Gennaro Ottaviano, ha richiesto e ottenuto da Gip Livia magri un'ordinanza di custodia cautelare anche per il 55enne veronesi, locatario del capannone utilizzato per stivare la droga che sul mercato dello spaccio avrebbe fruttato due milioni di euro.

 

Contestualmente sono state sequestrate auto di lusso: una Ferrari Scaglietti 612, una Rolls Royce Silver Shadow, due camper, una Range Rover, un furgone, una moto Bmw GS 1100 e orologi per un valore di un milione di euro. Tutti gli arrestati sono accusati del reato di detenzione ai fini di spaccio di quasi 1800 kg di marijuana.

 

Commenta questo articolo


Loading...
vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.916

Anno XXXVI n° 12 / Giovedì 22 giugno 2017

C'ERA UNA VOLTA VIA CAPRERA

Lo sceriffo Gentilini ce l’ha ancora nel cuore. Tanto da prendere carta e penna e scrivere al Quindicinale. Per far memoria di una strada che era “centro commerciale urbano”. Dove si trovava il cementista, lo zoccolaio, lo stradin, l’osteria col servizio di carrozze....

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×