19/08/2017temporale e schiarite

20/08/2017quasi sereno

21/08/2017quasi sereno

19 agosto 2017

Treviso

Settanta nuovi parcheggi gratuiti in città

Il nuovo parcheggio in via Lanceri di Novara sarà pronto per la primavera del 2018

Isabella Loschi | commenti |

TREVISO Settanta nuovi parcheggi gratuiti in città. E’ stato approvato in giunta l'accordo del comune di Treviso con Alto Trevigiano Servizi che prevede l'impegno da parte di Ats a costruire il parcheggio di via Lancieri di Novara: altri 70 nuovi posti gratuiti che si aggiungono ai 210 nuovi stalli previsti nell'area ex Telecom accanto allo stadio Tenni, già approvati dalla giunta comunale nei giorni scorsi. 

"Ringrazio Ats per la collaborazione - dichiara l'assessore alle partecipate Alessandra Gazzola - l'atto approvato ieri dalla giunta rappresenta un ulteriore passo in avanti verso la realizzazione del nuovo piano parcheggi, che creerà una grande area di sosta gratuita nella parte nord della città dove, anche in base agli studi condotti dal nostro ufficio mobilità, si concentra la maggiore richiesta di parcheggio. L'impegno nostro e di Ats è di realizzare i parcheggi di via Lancieri di Novara già nella primavera del 2018. Un obiettivo ambizioso per il quale ci stiamo impegnando tutti".

Il costo dei lavori è si 380mila euro. Con la delibera di ieri, Ats si impegna ad ultimare i parcheggi di superficie entro la primavera 2018 e si accollerà in parte i costi di costruzione come compensazione dell'indennità pregressa per l'occupazione della propria sede di via Lancieri di Novara e  in parte verranno scomputati dai prossimi canoni relativi alla concessione futura dello stesso immobile.

 



Isabella Loschi

Commenta questo articolo


Loading...
vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

L'Italia vuole dare il visto umanitario ai profughi per potersi muovere in Europa. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.918

Anno XXXVI n° 14 / 27 luglio 2017

VACCINI A SCUOLA. PROMOSSI O BOCCIATI?

Per andare a scuola non basta il diario. Ora ci vuole il libretto sanitario. Con il certificato delle vaccinazioni.Ma è proprio indispensabile?

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×