12 novembre 2019

Cronaca

Sfratto definitivo per Morgan

commenti |

commenti |

Sfratto definitivo per il cantante Morgan dalla sua abitazione di Monza. Dopo il rinvio della scorsa settimana per motivi di salute, questa mattina l'ufficiale giudiziario si è presentato alla porta di Marco Castoldi per dare effetto al pignoramento deciso dal Tribunale della stessa città a fine 2017, dopo che i giudici hanno accolto le richieste delle ex moglie del cantante, Asia Argento e Jessica Mazzoli, che lamentavano i mancati pagamenti degli alimenti per le figlie Anna Lou e Lara.

Nei mesi scorsi l'ex leader dei Bluvertigo, che doveva trovare un'ingente somma di denaro per sanare i suoi debiti, aveva rivolto degli appelli attraverso i media, invitato i suoi fan a un flash mob e pensato di trasformare l’abitazione in una sorta di museo. Ma tutti i tentativi si sono rivelati inutili e questa mattina non sono mancati momenti di tensione: "Ma lei è un boia -ha urlato Morgan ai pubblici ufficiali- loro sono venuti a portare fuori con la forza persone che non vogliono lasciare la loro abitazione, se capitasse a vostro padre o a vostro figlio non avreste quella faccia buffa che avete adesso".

Lasciata la sua abitazione Morgan, con il volto molto provato, è stato 'assalito' dai cronisti e i cameramen: "Continua ad essere casa mia anche se purtroppo ci sono degli invasori armati - ha sottolineato davanti alle telecamere- io non considero lecita la vendita dell'appartamento che io ho pagato. Io ho fatto un sacco di soldi ed è proprio per quello che la gente li voleva da me''.

"Quando sono finiti - incalza il cantante - loro mi hanno denunciato perché non potevo darglieli più''. ''Una di queste persone inizia con la 'A' ed è quella che ha firmato lo sgombero di questa casa, per sadismo e perché è cattiva'', ha detto riferendosi alla ex moglie Asia Argento.

Accuse anche agli 'amici' che, come ha ribadito più volte, lo hanno lasciato solo: "Sono degli egoisti, pensano solo ai loro nuovi dischi''. Dopo lo sfogo Morgan è salito a bordo di una grossa auto di colore scuro e con il braccio ha salutato i cronisti al grido: ''Su con il morale, non è successo niente, andiamo a fare la bohème ''.

 

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×