18 novembre 2019

Nord-Est

Si intrufola in un appartamento e violenta l'inquilina 25enne

commenti |

commenti |

La squadra Mobile di Padova ha sottoposto a fermo di polizia giudiziaria un romeno di 25 anni, senza fissa dimora e con precedenti, per aver violentato una donna di 27 anni lo scorso 2 giugno all'interno di un appartamento annesso ad una sala riunioni evangelica della città. La polizia, che intervenne una telefonata al 113, aveva trovato la vittima in lacrime, ancora sconvolta con i vestiti strappati e lividi sul collo.

 

La giovane aveva riferito che mentre stava parlando al telefono con una amica, utilizzando gli auricolari, si era ritrovata davanti il giovane che era riuscito ad intrufolarsi nella sua camera da letto passando attraverso la finestra del locale lavanderia. Impaurita, gli aveva intimato di allontanarsi, ma l'uomo l'aveva presa di forza, buttata sul letto, strappato i vestiti e, nel tentativo di bloccarla, morsa al collo.

 

Udendo le grida di aiuto, l'amica ancora in linea aveva telefonato al 113. Il romeno a quel punto, aveva deciso di desistere e scappare. Mentre una pattuglia prestava sostegno alla ragazza, ricostruendo la dinamica dl fatto, un'altra si mise alla ricerca dell'aggressore riuscendo a trovare una carta d'identità romena a terra, vicino ad una bici abbandonata nei pressi del palazzo, la cui foto è stata poi riconosciuta dalla vittima. Lo straniero era già noto alle forze dell'ordine, anche perchè era stato denunciato per atti osceni nei pressi di un parco pubblico del quartiere Arcella.

 

Grazie alla conoscenza del territorio, le Volanti hanno rintracciato il romeno all'interno di una capanna di fortuna creata nei pressi dell'area di un distributore di benzina, in zona Stanga.

 

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×