26/09/2017sereno

27/09/2017quasi sereno

28/09/2017velature sparse

26 settembre 2017

Treviso

Sindaci convocati per "Islam Italiano", Da Re invita alla disobbedienza civile

Il segretario della Lega Nord invita i sindaci a boicottare l’incontro previsto in prefettura il prossimo 24 luglio

commenti |

TREVISO - Il prefetto di Treviso Laura Lega con una lettera inviata ai comuni di Treviso, Asolo, Castelfranco, Conegliano, Montebelluna, Oderzo e Vittorio Veneto, alle associazioni di categoria, ai sindacati e altre istituzioni locali, convoca i sindaci in Prefettura per la condivisione del “Patto nazionale per un Islam Italiano”. Un accordo tra il Ministero degli Interni e le varie organizzazioni islamiche calato dall'alto secondo principi di integrazione e rispetto dei valori dell'ordinamento statale.

“Siamo all’assurdo – commenta Gianantonio Da Re, segretario nazionale della Lega Nord – forse il governo attraverso i suoi organi periferici con questa proposta sta sollecitando il territorio a favorire la formazione di ministri di culto musulmani, o cerca la disponibilità di sedi adeguate ed aree destinate all’apertura e costruzione di moschee come se dovessimo abdicare alla nostra cultura millenaria? - dichiara Da Re - Ci stanno chiedendo di considerare la rilevanza di un nuovo pluralismo religioso, o indirizzando verso uno Stato confessionale islamico? Tutto questo quando lo stesso Ministro, nel documento ufficiale mandato in allegato, riconosce che esiste il problema dell’integralismo islamico e che altresì non siamo in grado di interpretare il fenomeno e che lo stesso costituisce una minaccia per la collettività”.

“Dobbiamo imparare dal modello francese che fino a qualche anno fa veniva preso in considerazione ed oggi mostra al mondo il suo completo fallimento dovendo fare i conti con un misto di islamici di seconda e terza generazione, apparentemente integrati, che compiono continui atti di terrorismo? No, io non ci sto – sostiene il segretario Lega Nord - e invito i primi cittadini destinatari della missiva a boicottare l’incontro previsto in prefettura a Treviso il prossimo 24 luglio prossimo alla presenza del sottosegretario Domenico Manzione".

 

Commenta questo articolo


Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.920

Anno XXXVI n° 16 / 14 settembre 2017

NO. AL CANSIGLIO PRIVATO

Ecologisti in sciopero della fame contro le delibere regionali. La vendita dell’ex hotel San Marco, a loro giudizio, potrebbe de-statalizzare l’altopiano e la foresta. Un pericolo, per il territorio. E per la gente

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×